menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'appartamento per la figlia universitaria si rivela una truffa

La vittima si era rivolta ai carabinieri raccontando di essere stato raggirato da un malvivente

Un 60enne di Pennabilli è stato raggirato da un truffatore informatico che, con la scusa di affittare un appartamento, si è impossessato del denaro dell'uomo. La vittima si era rivolta ai carabinieri raccontando che, ai primi di ottobre, aveva trovato su un sito web un inserzione dove veniva pubblicizzata l'affito di un appartamento a Bologna ad un prezzo favorevole. Il 60enne era molto interessato alla cosa in quanto, la figlia, si sarbbe dovuta trasferire nel capoluogo felsineo per frequentare l'università. Contattato il presunto locatore, i due si erano accordati e il 60enne aveva versato all'uomo 1400 euro per la cauzione anticipata effettuando un bonifico su un conto corrente. Passati alcuni giorni, però, dell'appuntamento per prendere possesso dell'abitazione non si è avuta più notizia e il pennese ha cercato in vano di contattare l'inserzionista che nel frattempo era sparito.

Sono così partite le indagini dei carabinieri che, partendo dal'Iban, sono riusciti a rintracciare un 43enne residente a Milano e già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi. In particolare il truffatore ricorreva a un collaudato modus operandi inserendo sul web degli annunci che, poi, si rivelavano falsi. Una volta incassato il denaro dagli interessati, l'uomo poi spariva facendo perdere le proprie tracce. Terminati degli accertamenti e individuato l'autore delle inserzioni e il titolare del conto corrente, per il 43enne è scattata la denuncia a piede libero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento