L’assemblea di Agenzia Mobilità approva il bilancio 2014 e nomina il nuovo presidente

Con il voto contrario del Comune di Riccione e dei Comuni di Bellaria, Montefiore e Coriano

L’Assemblea dei soci di Agenzia Mobilità ha approvato il bilancio consuntivo del 2014. A maggioranza e con il voto contrario del Comune di Riccione e dei Comuni di Bellaria, Montefiore e Coriano. Un bilancio che lascia intatte, senza per nulla risolverle, le moltissime perplessità che hanno accompagnato  la relazione del Presidente del Cda,  la dimissionaria Roberta Frisoni e che si conclude con un’amara riflessione in cui si dice a chiare lettere che resta da capire come risolvere “il problema della costante ricerca di disponibilità di liquidità fino, almeno, alla messa in esercizio del sistema e comporta l’indifferibile esigenza del ricorso al credito per far fronte alle esigenze di finanziamento, sia proprio che di quello di anticipazione delle quote di contributo di competenza di altri soggetti, se non disponibili”.

“Si va avanti  sempre mantenendo ferma la barra dell’improvvisazione “ ha dichiarato il Sindaco di Riccione Renata Tosi al termine dell’Assemblea, durante la quale ha ancora una volta puntato il dito contro le drammatiche inefficienze, l’incapacità e gli sprechi che la realizzazione del TRC sta regalando ai cittadini riccionesi e non solo.  “Ma come se non ci fosse mai fine all’imbarazzante gestione con cui si sta procedendo, ecco la chicca finale”, sottolinea ancora Renata Tosi.  La dottoressa Monica Zanzani è stata nominata  nuovo Presidente di A.M., prende il posto di Roberta Frisoni. “Una nomina che porta tutto sotto il controllo del cerchio magico del Comune di Rimini, che sembra già precaria perché in odore di una evidente incompatibilità”, commenta il sindaco di Riccione.  “Monica Zanzani è attualmente Presidente dei Revisori dei conti del Comune di Rimini. Monica Zanzani percepirà da AM un compenso di 38.400 euro l'anno, più oneri previdenziali e contributivi. Quattro volte il compenso percepito da Roberta Frisoni”. Sembra che il maggior compenso sia dovuto alle mutate responsabilità del presidente che avrà anche l’incarico di Amministratore Delegato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Al di là che la spesa conferma l’antica predisposizione di AM a elargire compensi milionari e che va diametralmente in senso opposto a quanto indicato dalla normativa di spending review, fa particolare sensazione - ribatte Renata Tosi - la motivazione per cui si è deciso, con il mio assoluto voto contrario e quello dei comuni di Bellaria, Montefiore e Coriano, di disporre questo verticale aumento di compenso, tenuto conto che Roberta Frisoni, con più o meno analoghe responsabilità e maggior problemi,  aveva un compenso complessivo di 10mila euro l’anno. Si è detto che questo aumento è dovuto agli obiettivi che il nuovo presidente dovrà a breve conseguire: la conclusione delle transazioni sui 10 milioni di euro di debiti regressi con START; la sigla di un contratto con una Banca ad interesse nazionale per il mutuo di 7 milioni  a copertura del co-finanziamento del TRC; la conclusione delle procedure che completeranno il progetto di trasformazione del consorzio. Agenzia Mobilità in una società  consortile e la nascita di P.M.R. s.r.l. , la ormai tristemente famosa società degli asset. Obiettivi che erano già previsti nella piena responsabilità e nelle funzioni del precedente presidente. Per cui non si capisce bene perché riconoscere alla Zanzani quello che non veniva riconosciuto alla Frisoni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento