menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Ausl fa ricerca: premiati i tre migliori progetti

Studi scientifici e lavori di innovazione, effettuati da operatori aziendali, e premiati dall'Azienda con riconsocimenti o con la pubblicazione, nel corso di "Un giorno per noi"

Studi scientifici e lavori di innovazione, effettuati da operatori aziendali, e premiati dall'Azienda con riconsocimenti o con la pubblicazione, nel corso di “Un giorno per noi”, il pomeriggio che l'A.USL dedica ai propri operatori, e che contempla tra l'altro la consegna di simbolici riconoscimenti ai dipendenti che vanno in pensione e ai soggetti della società civile che, a vario titolo, nell'anno in corso, hanno effettuato donazioni in favore dell'Azienda.

L'evento inizierà alle ore 16:30 al Centro Congressi SGR (via Chiabrera, 34 – Rimini – Sala Acqua) e la proclamazione dei riconoscimenti avrà luogo alle ore 17:15 circa, per cui si chiede, a radio, siti d'informazione, e agenzie di stampa, la pubblicazione solo dopo quell'ora. Al termine dell'evento, attorno alle ore 18:45, si provvederà ad inviare le relative fotografie. E' comunque gradita la partecipazione di vostri operatori e-o fotocineoperatori.

Questo è il settimo anno consecutivo in cui l'Azienda USL di Rimini ha voluto dare un riconoscimento pubblico ai professionisti che si sono particolarmente distinti nell'ambito della ricerca clinica ed organizzativa, con la consapevolezza che il miglioramento dei percorsi di cura, la presa in carico dei pazienti, l'aggiornamento professionale, l'innovazione tecnico-organizzativa, l'appropriatezza passano anche attraverso la ricerca.

I TRE PROGETTI PREMIATI
“Consulenza nutrizionale per pazienti operate al seno e scelte alimentari appropriate per donne sane ad alto rischio genetico”.Questo studio nato in collaborazione tra il Centro Screening Oncologici e l’Unità Operativa “Oncologia”, e condotto dalla dottoressa Giancarla Monticelli, ha lo scopo di dare risposte concrete in ambito nutrizionale alla donna operata al seno con l’intento di migliorare la compliance al trattamento terapeutico e lo stile di vita agendo in particolare su alimentazione e dispendio energetico e di intervenire sui fattori di rischio interconnessi a quello genetico per il carcinoma mammario fornendo indicazioni nutrizionali appropriate alle donne sane ad alto rischio e con famigliarità al male, dopo consulenza genetica.

“Attivazione di counseling infermieristico rivolto ai pazienti affetti da sindrome coronarica acuta o sottoposti ad angioplastica percutanea coronarica in regime di elezione”. Questo studio prodotto dalla collaborazione tra personale infermieristico e medico dell’Unità Operativa “Cardiologia” di Rimini (dottori Paola Cappella, Cosima Ginaldi, Gigliola Ciaroni, Sara Alessandroni, Pierluigi Semprini, Antonio Destro, Giancarlo Piovaccari) ha l’obiettivo di favorire la conoscenza della malattia coronarica, attraverso un’adeguata formazione rivolta ai pazienti di età inferiore ai 75 anni e a coloro che li seguoono (famigliari o altri caregiver) per prevenire le recidive possibili, migliorare l’adesione alla terapia, gli stili di vita e rendere l’utente “attivo” nel percorso di cura post-dimissione attraverso incontri di counseling infermieristico post-dimissione stimolando l’afferenza al centro di riferimento Cardiologico.

“Studio multicentrico sull’outcome dei neonati pretermine affetti da enterocolite necrotizzante o perforazione intestinale isolata trattati inizialmente con posizionamento di drenaggio peritoneale rispetto ai pazienti sottoposti a laparotomia”. Si tratta di uno studio retrospettivo multicentrico, a cura della dottoressa Silvana Federici, Direttore dell’Unità Operativa “Chirurgia Pediatrica”, con l’obiettivo di valutare i benefici e i rischi del drenaggio peritoneale rispetto alla laparotomia come approccio chirurgico iniziale nei pazienti pretermine e di basso peso alla nascita affetti da enterocolite necrotizzante e perforazione intestinale isolata.

PER LA PUBBLICAZIONE
Si tratta di tre articoli che, per il loro rilievo clinico e scientifico, sono stati pubblicati su prestigiose riviste scientifiche internazionali:
dottor Davide Tassinari (direttore unità operativa “Oncologia” e “Terapia Antalgica e Cure Palliative – Hospice”, su Lancet Oncology (2012),
dottori Alberto Marsciani, Roberta Pericoli, Rita Alaggio (unità operativa “Pediatria”, Massimo Brisigotti, Gianluca Vergine (unità operativa “Anatomia Patologica”) su Pediatric Blood Cancer (2010) dottori Giovanni Merolla, Fabrizio Campi, Paolo Paladini (unità operativa “Chirurgia della Spalla e del Gomito”), Enrico Cavagna (direttore dipartimento Radiologico), Giuseppe Porcellini (direttore unità operativa “Chirurgia della Spalla e del Gomito”) su Musculoskelet Surg (2010).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento