menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'epidemia fa crollare gli incidenti stradali, quasi dimezzati gli interventi della Stradale

Sono stati 4 i sinistri con esiti mortali mentre, quasi 3mila le pattuglie messe in campo che hanno accertato 10.228 violazioni alle norme sulla circolazione

L'inizio del nuovo anno è il momento per tracciare il bilancio del 2020 da parte della polizia Stradale di Rimini che, negli ultimi 12 mesi, ha messo in campo 2.947 pattuglie di vigilanza stradale accertando 10.228 violazioni alle norme sulla circolazionee 373 violazioni alle misure di contenimento della pandemia di Coronavirus. Sono stati 242 i conducenti che si sono visti ritirare la patente di guida e 259 le carte di circolazione mentre i punti complessivamente decurtati ammontano a 15.106. Il dato principale che emerge dal bilancio, però, è il crollo degli incidenti stradali dovuto principalmente alle restrizioni  degli spostamenti che hanno portato a una riduzione media del 50% degli interventi degli agenti. Durante tutto l'anno 2020 sono stati rilevati 294 eventi infortunistici, registrando una diminuzione di ben 161 incidenti rispetto all'anno precedente pari al 54%. Secondo le rilevazioni, le cause primarie o le concause principali che hanno portato agli incidenti sono state la distrazione alla guida, la velocità non commisurata e la mancata osservanza della distanza di sicurezza seguiti dall'inosservanza della precedenza agli incroci e comportamenti scorretti verso gli utenti deboli della strada (pedoni — ciclisti).

Schermata 2021-01-14 alle 09.40.54-2

Contrasto della guida sotto l'effetto di alcool e sotto l'influenza di sostanze stupefacenti

Durante il 2020 l'attività di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti con l'impiego congiunto della Polizia Stradale, dei medici e del personale sanitario della Polizia di Stato per l'accertamento sull'eventuale assunzione di alcool e si sostanze stupefacenti, stante le modalità di accertamento e al fine di tutelare i conducenti sottoposti al controllo nonché gli operatori di polizia è stata limitata, evitando i consueti controlli massivi. Nonostante la ridotta attività si è comunque sottoposto a controlli ben 10.993 conducenti dei quali 131 sono stati sanzionati per guida sotto l'influenza dell'alcool e 21 per guida in stato di alterazione psicofisica per l'assunzione di sostanze stupefacenti/psicotrope. L'analisi complessiva delle violazioni evidenziano sempre un elevato numero di contestazioni per l'uso durante la guida di apparecchio telefonico e l'omesso utilizzo delle cinture di sicurezza. Durante l'anno 2020 1'attenzione è stata rivolta particolarmente al controllo dei conducenti professionali, ritenuto uno degli obbietti strategici di Polizia Stradale per innalzare gli standard della sicurezza stradale nonché per garantire un'equa e non alterata concorrenza tra tutti gli operatori del settore.

Equipaggi formati da personale particolarmente esperto sul controllo dei dispositivi di equipaggiamento di marcia dei veicoli industriali e sul trasporto delle merci pericolose che per la loro natura sono sottoposte ad un più rigoroso regime normativo, hanno effettuato il controllo di 1.792 conducenti professionali accertando 133 manomissioni ai cronotachigrafi nella maggior parte dei casi per eludere i controlli sul rispetto dei tempi di guida e riposo, 28 alterazioni al sistema ad Blue (aggiornato al 7 dicembre 2020) installato sui veicoli di ultima generazione per risparmiare sui costi dell'additivo a discapito dell'ambiente e contro ogni norma sull'abbattimento degli inquinanti, nonché 50 violazioni per inosservanze alle prescrizioni imposte dal disciplinare sul trasporto delle merci classificate pericolose. Nella quasi totalità dei casi i conducenti, oltre ad elevate sanzioni amministrative replicate per l'analogo importo anche nei confronti delle ditte proprietarie dei veicoli, si sono visti anche ritirare il documento di guida per la successiva sospensione.

Schermata 2021-01-14 alle 09.46.16-2

Come di consueto sono state dedicate risorse all'attività di controllo di tutte le attività od esercizi che hanno stretta correlazione con la circolazione stradale (rivenditori, autodemolitori, carrozzerie, agenzie di pratiche auto, etc.).
Tale attività ha permesso il controllo di 51 esercizi pubblici e la contestazione di 19 violazioni amministrative. Durante l'attività di contrasto per la prevenzione e la repressione dei reati di specifica competenza della Squadra di Polizia Giudiziaria, nell'ambito della più ampia campagna "Sosta Sicura" pianificata a livello regionale dal Compartimento Polizia Stradale di Bologna e diretta a livello provinciale dalla locale Questura, particolare attenzione è stata dedicata alle aree di servizio in ambito autostradale lungo l'A/14 con specifici servizi da parte di personale in abiti civili per contrastare i sempre attuali reati predatori e le truffe che vengono perpetrate in particolar modo nei confronti dei turisti in transito. L'attività svolta ha permesso di indentificare 28 persone, nel maggior parte dei casi di origini campane, dedite al raggiro dei turisti mediante il gioco delle tre campanelle e alle truffe mediante la proposta della vendita a prezzi particolarmente vantaggiosi di apparecchiature elettroniche tipo Tablet o telefoni cellulari che al momento della consegna viene sostituta la custodia con una uguale contenente però materiale di esiguo valore solo per simularne il peso e con la cerniera bloccata per rendere difficoltosa l'apertura per il tempo sufficiente a potersi dileguarsi. Tutti oltre le sanzioni amministrative per la violazione delle ordinanze comunali sul commercio sono stati allontanati dal territorio con fogli di via e divieto di ritorno emessi dal Questore di Rimini. Una vasta inchiesta che ha impegnato gli uomini della squadra di polizia giudiziaria per ricostruire esattamente la reale estensione è stata effettuata in collaborazione con i colleghi di Napoli fino a risalire e deferire un individuo residente nella provincia di Rimini che quale prestanome risultava intestatario di ben 633 veicoli molti dei quali poi ceduti in uso a gruppi criminali.

Sono proseguiti i servizi presso la Motorizzazione civile durante le sessioni delle prove d'esame per il conseguimento della patente di guida, ove sono stati intercettati numerosi tentativi messi in atto nella maggior parte dei casi da persone straniere, che mediante il collegamento con sofisticati dispositivi auricolari e visivi, consentono ad un suggeritore collegato da remoto di visionare il quiz e suggerire in tempo reale la risposta corretta all ' esaminato.
Sono stati ben n. 169 i veicoli sottoposti a sequestro da parte della Polizia Stradale nel corso dell'anno 2020.
 
 L'emergenza epidemiologica che ha contraddistinto quest'anno ha avuto ripercussioni anche sull'attività di educazione stradale nelle scuole che Polizia Stradale ha sempre privilegiato quale attività di prevenzione. Anche se il progetto nazionale denominato "Icaro", che quest'anno era rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, la Sezione Polizia Stradale di Rimini non ha voluto lasciar soli gli studenti dell'IAL di Riccione. Infatti proprio su richiesta di tale Istituto, che ha garantito il pieno rispetto di tutte le linee guida relative agli incontri in presenza, è stato organizzato un incontro durante il quale gli studenti hanno assistito ad una lezione sui corretti comportamenti da tenere alla guida di velocipedi e/motoveicoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento