L'esercito vicino ai bambini malati: consegnato ad Arop il ricavato della raccolta di beneficenza

Il 7° “Vega” ha potuto contribuire a sostenere l’associazione riminese, il cui obiettivo prioritario è quello di migliorare la qualità dell’assistenza, delle cure  e della vita dei piccoli pazienti

Il  Comandante del 7° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Vega”, Colonnello Marco Poddi, ha consegnato al Presidente di A.R.O.P.  (Associazione Riminese di Oncoematologia Pediatrica), Roberto Romagnoli, il ricavato di una raccolta fondi volontaria che ha coinvolto tutto il personale del reggimento. Grazie a questa iniziativa benefica, il 7° “Vega” ha potuto contribuire a sostenere l’associazione riminese, il cui obiettivo prioritario è quello di migliorare la qualità dell’assistenza, delle cure  e della vita dei piccoli pazienti affetti da linfomi, leucemie o tumori e delle loro famiglie. In particolare, il ricavato della raccolta verrà destinato al progetto della casa di accoglienza nata per ospitare le famiglie dei bambini in cura presso l’ospedale “Infermi” di Rimini. Il presidente di AROP, Roberto Romagnoli, esprimendo la sua gratitudine ai baschi azzurri per il supporto concreto all’associazione e soprattutto ai piccoli pazienti, ha sottolineato come questo tipo di iniziative aiutano non solo dal punto di vista economico, ma anche come sostegno psicologico, “sapere che abbiamo dei compagni di viaggio che ci seguono e sono attenti alle nostre esigenze ci rende particolarmente contenti e felici”.  Il Colonnello Marco Poddi,  evidenziando l’importanza dell’esistenza di associazioni come AROP, ha rimarcato quanto sia “viva e concreta la vicinanza di tutto il personale del Vega e dell’Esercito Italiano alle famiglie che ogni giorno devono combattere e affrontare malattie così atroci, soprattutto perché colpiscono dei bambini indifesi. Il nostro è un piccolo contributo  all’impegno profuso ogni giorno da AROP a favore delle famiglie di questi “piccoli campioni” nella speranza di poter donare loro un sorriso e un  po’ di serenità.”

L’Esercito Italiano, quale risorsa a disposizione del Paese, è da sempre vicino alle iniziative di beneficienza e fornisce sostegno a chi, come AROP, si occupa di progetti intenti ad aiutare il prossimo e riconosce la  comunanza della compagine militare con le associazioni benefiche, sia per unità d'intenti, che per dedizione e disponibilità quotidianamente profusa a favore della società. Basti pensare alle numerose iniziative filantropiche a cui l’Esercito Italiano partecipa, a conferma dell'attenzione della Forza Armata nei confronti dei valori etici e di solidarietà sui quali si fondano tali progetti. L’Esercito Italiano non manca, inoltre, di mettere a disposizione del cittadino le proprie risorse: un costante e concreto impegno caratterizzato da professionalità, dedizione, sacrificio e altruismo nelle situazioni di emergenza, necessità e urgenza in territorio nazionale ed internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rimini il primo caso di contagio in Romagna

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus a Rimini, il malato un cacciatore cattolichino rientrato da una battuta in est Europa

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, prevenzione e modalità di trasmissione

  • Positivo al Coronavirus, scatta la quarantena per chi è venuto a contatto col cattolichino

  • Vent'anni fa l'arrivo dal Senegal, la sfida di Sonia: "Apro la mia trattoria romagnola"

Torna su
RiminiToday è in caricamento