L'ex si sposa. Lei non ci sta e lo tormenta

Ha reso infernale per oltre un anno la vita dell’ex compagno e della moglie. Una 36enne di Vittoria (Ragusa), residente a Rimini, è stata arrestata giovedì dai Carabinieri

Ha reso infernale per oltre un anno la vita dell’ex compagno e della moglie. Una 36enne di Vittoria (Ragusa), residente a Rimini, è stata arrestata giovedì dai Carabinieri in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare con l’accusa di atti persecutori e calunnia. Le indagini sono partite in seguito alla denuncia sporta dalla coppia, lui un 48enne di Cagli (Pesaro Urbino), lei una riminese di 38 anni. Il 48enne si era lasciato con la siciliana nell’aprile del 2003.

La donna non si era rassegnata al fatto di aver perso il 48enne, cercando di riallacciare il rapporto sentimentale con sms, mms e telefonate. Non ricevendo le attenzioni che auspicava, è arrivata a prendere ad ombrellate l’auto dell’ex. In un’occasione si era stesa per terra in pieno centro in presenza dell’uomo, inveendo con urla e schiamazzi. In un’altra occasione aveva chiamato il 118, riferendo falsamente che la moglie del 48enne si era sentita male, inviando un’ambulanza nell’abitazione dei coniugi.

La siciliana si era anche presentata alla stazione dei Carabinieri di Rimini accusando falsamente i due coniugi di minacce, diffamazione, percosse ed atti persecutori. Al riguardo, le indagini hanno permesso di appurare che i fatti denunciati non si erano mai verificati o erano stati artatamente inscenati dalla stessa denunciante. I militari hanno anche verificato che nonostante il fermo rifiuto oppostole, la donna aveva inizialmente preso di mira la moglie, estendendo dall’ottobre del 2010 il comportamento vessatorio anche nei confronti del 48enne.

Ad ulteriore conferma delle minacce e del sostanziale controllo costante delle due vittime, nel periodo compreso tra il luglio 2010 ed il dicembre scorso la coppia aveva ricevuto ben 455 SMS. La stalker ora è in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento