rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

L'odore di "fumo" mette in allarme gli agenti delle Volanti e smaschera il covo di spacciatori

Dei tre occupanti dell'abitazione, due sono riusciti a scappare saltando dalla finestra, il terzo è stato ammanettato con le accuse di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e per resistenza a pubblico ufficiale

E' stato il forte odore di stupefacenti a permettere agli agenti delle Volanti della polizia di Stato di individuare un appartamento dove, al suo interno, c'erano tre spacciatori. Tutto è avvenuto sabato sera quando il personale della Questura di Rimini è stato impegnato in un accertamento presso un'abitazione in un condominio di Marina Centro. Mentre si trovavano sul pianerottolo, però, le divise hanno "annusato" un profumo inconfondibile provenire dal portone attiguo e hanno così deciso di suonare il campanello. Ad aprire la porta è stato un soggetto magrebino e, alla vista degli agenti, gli altri due inquilini hanno iniziato ad agitarsi spintonando il personale della Questura nel tentativo di fuggire. E' stato necessario l'arrivo di un'altra pattuglia di rinforzo ma, nonostante questo, due dei tre sono riusciti a scappare saltando dalla finestra facendo perdere le proprie tracce mentre il terzo è stato ammanettato. Nell'appartamento sono stati trovati 110 grammi tra cocaina, hashish e marijuana oltre al kit dello spacciatore composto da bilancino di precisione, un coltello da 20 centimetri per tagliare le dosi e 97 bustine di plastica per il confezionamento e 1805 euro ritenuti il provento dello spaccio. A finire in manette è stato un 24enne tunisino che è stato processato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e per resistenza a pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'odore di "fumo" mette in allarme gli agenti delle Volanti e smaschera il covo di spacciatori

RiminiToday è in caricamento