L'operazione "Pronto Raffaella" fa strage di punti sulle patenti degli automobilisti

Oltre 100 i punti decurtati dai documenti di guida, i controlli della polizia Stradale proseguiranno anche nelle prossime settimane

Nella mattinata di mercoledì il personale della polizia Stradale ha effettuato la seconda operazione lampo dopo quella di martedì scorso, chiamata "Pronto Raffaella", per contrastare il fenomeno della guida utilizzando il cellulare. In poche ore, dalle 8 alle 11, ben 21 sono stati gli automobilisti pizzicati con lo smartphone in mano sulle principali strade riminesi. In totale sono stati 105 i punti decurtati dalle patenti di chi è stato sorpreso ad utilizzare il telefonino durante la guida e, per ciascuno, la telefonata è costata 161 euro oltre alla decurtazione di 5 punti sulla patente di guida e se, nel prossimo biennio, dovessero essere nuovamente sorpresi a commettere la stessa infrazione arriverà la sospensione del documento per 3 mesi. Nel corso degli stessi controlli, inoltre, gli agenti della Stradale scesi in campo con 5 pattuglie hanno elevato altre 16 multe per infrazioni varie al Codice della Strada, individuato a Cattolica un veicolo rubato e controllato un pullman in procinto di partire per una gita scolastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento