menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La cantina di San Patrignano festeggia i nuovi sommelier e l'assegnazione dei Tre Bicchieri

Ventinove nuovi sommelier fra i ragazzi di San Patrignano. Questo il numero degli ospiti della comunità che oggi sono stati insigniti dall’Ais del titolo, dopo aver seguito un corso intensivo da febbraio a maggio

Ventinove nuovi sommelier fra i ragazzi di San Patrignano. Questo il numero degli ospiti della comunità che oggi sono stati insigniti dall’Ais del titolo, dopo aver seguito un corso intensivo da febbraio a maggio. Si tratta della terza volta che la comunità organizza questi tipi di corsi, sempre offerti dalla delegazione di Roma – Ais Bibenda, per educare i suoi ragazzi alla corretta cultura e piacere del vino.

San Patrignano continua così l’opera di sensibilizzazione dei suoi ragazzi, prima insegnando loro cosa si nasconde dietro una bottiglia di vino, dalla cura del terreno su cui crescono i vigneti, all’accurata raccolta e lavorazione delle uve, e poi dando la possibilità ad ognuno di loro di accompagnare ogni pasto con un bicchiere di vino, proprio perché sia un piacere e non lo sballo ricercato prima di entrare i comunità. Infine questi corsi che rappresentano l’ennesima possibilità di formazione che potrà tornare utile ai ragazzi quando si reinseriranno all’esterno.
 
«E’ un piacere vedere i nostri giovani raccogliere i frutti del loro impegno – ha spiegato Piero Prenna, uno dei membri del comitato gestionale della comunità – Si tratta di un importante attestato per cui i nostri ragazzi hanno studiato e si sono impegnati davvero tanto. Allo stesso tempo però tutto questo è stato possibile solo grazie ai nostri amici di Bibenda e della delegazione Ais di Roma che hanno tenuto i corsi con grande passione e professionalità».
 
A consegnare gli attestati ai ragazzi, la delegata Ais di Roma Daniela Scrobogna: «Sono stati davvero bravi a seguire questo corso. Per loro è stata una fatica immane, vista la densità di nozioni che gli abbiamo trasmesso in ogni lezione. Hanno fatto due giorni di lezioni intensive alla settimana per quattro mesi, sostenendo poi l’esame finale con grande preparazione ed attenzione».
 
Mentre i ragazzi hanno ricevuto questo importante attestato, un titolo altrettanto gratificante lo ha ottenuto la cantina stessa di San Patrignano. In questi giorni gli è stato assegnato dalla guida Vini d’Italia 2014 a cura dal Gambero Rosso il premio dei Tre Bicchieri®, il più alto punteggio, per il Sangiovese di Romagna Superiore Ora 2012. Una importante conferma dato che questo vino aveva già ricevuto il medesimo riconoscimento l’anno passato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento