La Cisl in piazza coi temi del lavoro e del taglio dei patronati sindacali

Presidio in piazza Tre Martiri per una riduzione delle tasse a lavoratori, pensionati e famiglie; per la lotta all’evasione Fiscale, alla corruzione e agli sprechi a tutti i livelli

Mercoledì mattina la Cisl è presente nelle Piazze della Romagna – a Rimini in Presidio nella Piazza tre Martiri - con gazebo e distribuzione di volantini informativi sui temi del lavoro e del taglio dei patronati sindacali. Tante persone. Tanti incontri, talvolta brevissimi (la consegna di un volantino, un sorriso e l’augurio di una buona giornata), in qualche caso più lunghi, pieni di domande e di sollecitazioni. Questo è stato lo spirito che ha animato il presidio tenuto dalla Cisl nella giornata di oggi in Piazza Tre Martiri. Una mobilitazione per il lavoro, la sua difesa e la richiesta forte alla politica e al sistema delle imprese perché scelgano il dialogo sociale come strumento per uscire dalle analisi e cominciare a dare qualche risposta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Chiediamo al governo chiarezza e trasparenza - spiegano i sindacati in un comunicato - per una riduzione delle tasse a lavoratori, pensionati e famiglie; per la lotta all’evasione Fiscale, alla corruzione e agli sprechi a tutti i livelli. Allo stesso tempo chiediamo investimenti per creare occupazione e una nuova politica industriale ed energetica; per un'età pensionabile flessibile, rivalutazione delle pensioni medio basse; lotta alle false Partite IVA, Co.Co. Co.Pa, Co.Co.Pro. e associazioni in partecipazione a favore di un contratto a tutele crescenti per ridurre la precarietà dei giovani, rafforzando le tutele; più risorse ai servizi per l’impiego, più tutele, più formazione e nuovi ammortizzatori per chi perde il lavoro e una maggiore contrattazione e partecipazione dei lavoratori nelle scelte aziendali. La CISL non si è mai sottratta al confronto, in tutti questi anni ha posto e continua a porre l’esigenza di un cambiamento di rotta nelle politiche del lavoro,  della previdenza. Chiediamo riforme condivise, in grado di invertire la tendenza di un declino sociale ed economico che grava sulle spalle dei più deboli, disoccupati, lavoratori e pensionati che anche nel nostro territorio sta crescendo. Non possiamo dimenticare infatti, il permanere di una diffusa disoccupazione giovanile e femminile. Per non parlare del livello delle pensioni che nel nostro territorio hanno una media di 750 euro mensile. Durante il presidio si sono raccolte inoltre n° 200 firme per l’iniziativa di legge popolare sul tema del diritto di sciopero nel trasporti pubblici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento