Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

La città di Rimini e gli amici piangono la scomparsa di Gianmarco Zavoli

Il pilota dell'elicottero del 118 che ha perso tragicamente la vita durante il salvataggio di uno sciatore ferito

L’Amministrazione comunale di Rimini si stringe alla famiglia di Gianmarco Zavoli, il pilota riminese d’elicottero scomparso tragicamente nella giornata di martedì mentre ai comandi dell’elicottero del 118 era impegnato in una missione di soccorso a Campo Felice in Abruzzo. "Una missione nobile - ricordano da palazzo Garampi - solo l’ultima delle tante che l’avevano visto impegnato nel mettere a disposizione la propria capacità professionale e la propria immensa umanità a favore di aveva bisogno. Ai famigliari, amici, a chi gli ha voluto bene l’Amministrazione comunale di Rimini si stringe partecipe al dolore per la tragica scomparsa. Dolore e cordoglio anche per le cinque vittime che con Gianmarco, in quella tragica missione di soccorso, hanno perso la vita".

Zavoli, 47 anni, viveva a Rimini con la compagna ma, ogni settimana, ritronava in Abruzzo dove lavorava per la Inaer, società che fornisce elicotteri e piloti al 118. Molto conosciuto in città sia per la sua passione per la bicicletta, che coltivava insieme a un gruppo di ciclisti amatoriali, sia per aver gestito, inisieme ai genitori, l'edicola di piazzale Kennedy sempre a Rimini.

===> Le indagini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La città di Rimini e gli amici piangono la scomparsa di Gianmarco Zavoli

RiminiToday è in caricamento