Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Santarcangelo di Romagna

La commissione parlamentare sulle attività illecite in materia ambientale in visita all’area della ex cartiera

Sopralluogo del sindaco Sacchetti e della vice sindaca Mussoni insieme ai parlamentari Morrone e Lorefice sul sito dei rifiuti abbandonati di Santarcangelo

Si riaccendono i riflettori sui rifiuti della ex cartiera lungo la sponda del fiume Marecchia: nella mattina di giovedì 4 luglio, infatti, il sindaco Filippo Sacchetti e la vicesindaca con delega all’Ambiente, Michela Mussoni, hanno accompagnato sul posto una delegazione della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su altri illeciti ambientali e agroalimentari. Il sindaco Sacchetti ha brevemente illustrato al deputato Jacopo Morrone e al senatore Pietro Lorefice – rispettivamente presidente e membro della Commissione – la storia della ex cartiera, mentre i rappresentanti di Arpae hanno presentato i risultati delle indagini eseguite nel corso del tempo per verificare la composizione e la consistenza dei rifiuti.

Sopralluogo delle istituzioni nell’area della ex cartiera

Nel dettaglio, si tratta di circa 30mila tonnellate di rifiuti inerti abbandonate in prossimità del fiume, costituiti in gran parte da plastica e alluminio ricavati dal procedimento di estrazione della carta dal tetrapak. I materiali di scarto derivanti dai processi di produzione della ex cartiera Valle Marecchia, sono stati accumulati tra gli anni ’70 e ’90 in una superfice di circa 2,5 ettari di area demaniale e abbandonati dopo il fallimento della ditta. L’obiettivo del sopralluogo da parte della Commissione parlamentare, è quello di valutare possibili azioni di bonifica nell’ambito di una ricognizione nazionale di casi simili a quello presente nel territorio Santarcangiolese.

“Se da un lato accolgo con favore la rinnovata attenzione delle istituzioni statali nei confronti della questione della ex cartiera – dichiara il sindaco Filippo Sacchetti – dall’altra ritengo importante iniziare il mio mandato amministrativo prendendo in mano problemi di lungo corso che meritano una risoluzione definitiva”. “Quella dell’area della ex cartiera non solo è un importante questione legata alla sicurezza ambientale e alla lotta all’inquinamento, ma riguarda anche un asse strategico della rete di mobilità sostenibile della nostra città – conclude il sindaco Sacchetti – poiché insiste su un tracciato ciclopedonale altamente frequentato da residenti e turisti, che collega l’alta valle con la riviera seguendo proprio il percorso del Marecchia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La commissione parlamentare sulle attività illecite in materia ambientale in visita all’area della ex cartiera
RiminiToday è in caricamento