menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La coppia scoppia, dopo gli schiaffi alla ragazza aggredisce gli agenti della polizia di Stato

Mattinata animata in un residence dove due fidanzati hanno iniziato a litigare animatamente facendo intervenire le Volanti

Mattinata animanta quella di martedì in un residence di viale Pomezia dove, una coppia, ha iniziato a litigare animatamente facendo intervenire il personale della Questura. A chiedere aiuto è stata lei, una romana 31enne, che ha chiamato il 112 raccontando di essere stata schiaffeggiata dal compagno un 28enne tunisino. Quando le Volanti si sono dirette sul posto, lungo viale regina Margherita hanno notato i due che discutevano animatamente con lui che continuava a chiederle di perdonarlo. Alla vista delle divise il nordafricano ha iniziato ad innervosirsi e, mentre gli agenti stavano ricostruendo la vicenda, ha più volte cercato di avvicinare la fidanzata con fare minaccioso. Secondo il racconto della 31enne l'uomo, al culmine della lite, le aveva mollato un forte schiaffo e lei aveva così deciso di lasciarlo nonostante le scenate del tunisino.

Mentre la romana era intenta a recuperare i suoi oggetti personali dall'appartamento del residence, il 28enne è scattato verso la struttura ricettiva con gli agenti che hanno cercato di bloccarlo nonostante questi fosse diventato una furia arrivando ad aggrapparsi a un palo della segnaletica per sfuggire alla presa delle divise urlando frasi senza senso. Con estrema fatica gli agenti sono riusciti a immobilizzarlo e a caricarlo sulla Volante ma, nel parapiglia, due sono rimasti lievemente feriti tanto da dover ricorrere alle cure dei sanitari per distorsioni ed escoriazioni varie. Nel frattempo il tunisino è stato portato in Questura dove è emerso che su di lui pendeva un divieto di avvicinamento nei confronti della ex moglie, per le violenze subite nell’arco dei 4 anni di convivenza. Al termine degli accertamenti il 28enne è stato dichiarato in arresto per resistenza e sanzionato per inottemperanza alla normativa Covid in quanto per tutto l’arco dell’intervento, nonostante i ripetuti solleciti rifiutava di coprire le vie respiratorie con l’apposita mascherina.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Regina dà lo "scatto" alla stagione turistica tra ciclismo e fiori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento