La Corte d'appello dimezza la pena per lo strangolatore della Perla Verde

Ridotta a 16 anni la condanna di Michele Castaldo autore dell'efferato omicidio di Olga Matei

In primo grado era stato condannato a 30 anni di reclusione ma, i giudici della Corte d'Appello, hanno praticamente dimezzato la pena di Michele Castaldo, l'operaio 56enne autore dell'omicidio di Olga Matei avvenuto a Riccione il 6 ottobre del 2017. L'uomo, che aveva strangolato l'ex compagna al culmine di un litigio, dovrà scontare solamente 16 anni in quanto gli sono state riconosciute le attenuanti generiche.

L'OMICIDIO DI OLGA MATEI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

Torna su
RiminiToday è in caricamento