La discussione tra condomini finisce in lite, intervenuti i carabinieri per placare gli animi

Fioriere volate per aria e minacce di morte, necessari i militari dell'Arma per riportare la pace

Si è conclusa con l'intervento dei carabinieri, e uno scambio di denunce reciproche, la lite condominiale innescata nella tarda mattinata di sabato a Morciano di Romagna. Il parapiglia è scattato verso mezzogiorno quando, a far scoccare la scintilla, sarebbe stata una discussione per questioni di parcheggio e auto danneggiate durante la manovra. Il capofamiglia si sarebbe trovato davanti due cittadini albanesi che lo accusavano di avergli rovinato il veicolo e, non volendo sentire ragioni, gli animi si sono scaldati. "Hanno iniziato a minacciarmi - spiega l'altro residente - minacciando me e la mia famiglia di morte, davanti a mio figlio di 4 anni. Non contenti, hanno raccolto un vaso dal marciapiede per poi tirarmelo addosso e colpendomi, di striscio, al volto". Sul posto sono intervenuti i carabinieri che, alla fine, hanno riportato la pace anche se, sembra, non mancheranno gli strascichi giudiziari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento