La Fanfara dei carabinieri fa il tutto esaurito al Palacongressi di Bellaria

Durante l'evento per il Bicentenario della Fondazione dell'Arma dei Carabinieri, il sindaco ha anche consegnato attestati di ringraziamento, a nome della città, al Colonnello Luigi Grasso, al Luogotenente Clemente Pierantozzi e al Direttore della Fanfara, Maresciallo Bagnolo

Si è svolto martedì sera al Palacongressi il concerto della prestigiosa Fanfara del 3° Battaglione Carabinieri Lombardia, a cura dell’Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Rimini, in collaborazione con la Compagnia Carabinieri di Rimini e con il Comune di Bellaria Igea Marina: l’evento clou con cui la città ha inteso celebrare il Bicentenario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri, con un pubblico numerosissimo che ha gremito i locali della struttura di via Uso. Il maltempo ha infatti indotto a svolgere al chiuso l’appuntamento inizialmente previsto in piazza Matteotti; immutati lo spettacolo e la qualità dell’esecuzione, che ha visto protagonista la celebre banda, composta da trenta elementi e diretta dal Maresciallo Ordinario Andrea Bagnolo. Durante la serata, cominciata intorno alle 20.30, quando la fanfara è partita da p.le Gramsci per una sfilata lungo viale Paolo Guidi, non sono mancate le sorprese: tra tutte, un piccolo momento ‘cerimoniale’ a metà dell’esibizione al Palacongressi, che ha visto il Sindaco Enzo Ceccarelli consegnare a nome della città, attestati di ringraziamento nei confronti del Comandante Provinciale dell’Arma, Colonnello Luigi Grasso, del Luogotenente Clemente Pierantozzi e del Maresciallo Bagnolo.

Al Colonnello Grasso, che lascia il Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini per il conferimento di nuovo incarico, il Sindaco ha rivolto “le più sentite congratulazioni e complimenti vivissimi per la elevata competenza professionale con cui si è proposto nel ruolo di Comandante Provinciale dei Carabinieri, facendosi carico con generoso impegno delle problematiche dell’intero territorio riminese”, mentre al Luogotenente Pierantozzi il Primo cittadino ha rivolto un saluto e un ringraziamento “per aver portato a compimento la sua carriera militare, con attività di servizio per ben venticinque anni presso la Stazione Locale Carabinieri di Bellaria Igea Marina: un ruolo svolto con impegno e seria professionalità, operando con generosa disponibilità e sempre attento ai bisogni della nostra comunità.” Al Direttore della Fanfara, Enzo Ceccarelli ha invece espresso “un sentito apprezzamento e profonda ammirazione”, definendo la banda come “un insieme armonico di raffinata maestria ed espressione artistica di altissimo livello: è un vero privilegio e motivo di orgoglio l’aver potuto godere della vostra pregevole presenza.” 

Prima e dopo le premiazioni, protagoniste sono state le note della Fanfara, vera e propria ‘istituzione’ nata nel 1820, alcuni anni dopo la fondazione del Corpo dei Carabinieri. La Banda ha eseguito brani classici e più moderni, ma anche musiche della tradizione e melodie ispirate al cinema, con gran finale riservato all’Inno Nazionale Italiano. Tra i brani proposti, anche una gradita sorpresa, sulle note dell’”inno romagnolo” per antonomasia, ovvero quella “Romagna mia” composta da Secondo Casadei sessant’anni fa: un’esecuzione applauditissima da tutta la platea, in particolare dalla Sig.ra Riccarda Casadei, anch’essa presente al Palacongressi per assistere all’evento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento