rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca Riccione

La giunta incontra il quartiere Fontanelle: pulizia dei parchi e ripristino del decoro urbano al centro del tema

Oltre 100 persone per discutere anche del rilancio del polo sportivo, del basso impatto ambientale per il prolungamento del Metromare e l'interramento dell’elettrodotto fino a Misano

Un unico soggetto per il lavoro di pulizia dei parchi e delle aree verdi della città. Il rilancio del polo sportivo del quartiere. Marciapiedi e strade sistemate con tempistica d’urgenza. La garanzia di un impatto ambientale limitato al massimo per le opere di prolungamento del Metromare dalla stazione di Riccione a Cattolica. La richiesta di estendere i lavori di interramento dell’elettrodotto fino a Misano.  Ben oltre cento persone hanno preso parte al terzo appuntamento di #riccionepartecipa, il viaggio nei quartieri della giunta comunale che ieri sera ha fatto tappa a Fontanelle, nella sala di viale Sicilia.  I diversi residenti, come già avvenuto nelle altre zone di Riccione, hanno manifestato grande apprezzamento per questa vicinanza dell’amministrazione ai bisogni dei cittadini. Un momento di ascolto e dialogo che anche ieri ha consentito agli abitanti della zona di manifestare problemi e proporre soluzioni, trovando immediate risposte da parte degli assessori competenti.

Diversi residenti del quartiere Fontanelle hanno manifestato carenze nel decoro urbano. Asfaltature da rifare, marciapiedi disastrati, parchi e aree verdi puliti poco frequentemente. La sindaca Daniela Angelini ha riferito agli oltre cento presenti che quello di ripristinare il decoro urbano è un impegno di questa amministrazione. “In campagna elettorale non ho fatto promesse ma questo impegno me lo sono preso - ha detto -. Stiamo elaborando un cronoprogramma dei lavori in funzione delle emergenze ma con l’obiettivo di sistemare gradualmente tutta la città. Sappiamo bene che marciapiedi, strade e parchi sono stati trascurati: sapremo rimediare”. L’assessore all’Ambiente Christian Andruccioli ha poi spiegato come cambierà la pulizia di parchi e aree verdi a partire dal prossimo anno: “I problemi sono noti e abbiamo lavorato per risolverli, riscontrando innanzitutto un tema di sovrapposizione di competenze con il risultato che alcuni lavori finivano per non essere portati a termine da nessuno. Dal 2023 sarà Hera il soggetto unico incaricato della raccolta dei rifiuti nei parchi e nelle aree verdi, a cui potranno fare riferimento sia l’amministrazione che i cittadini”. Quanto alle piante in stato di abbandono, l’assessore ha ricordato che “il Comune ha raddoppiato i fondi per il censimento del patrimonio arboreo cittadino e per l’analisi dei rischi. Un patrimonio che è immenso: dovremo agire per priorità”. 

Tra le preoccupazioni emerse durante la serata c’è anche quella dell’elettrodotto. L’assessore Andruccioli ha fatto presente di essere stato componente del comitato per l’interramento dell’elettrodotto, ben prima di far parte della giunta comunale, progetto dal quale attualmente sono escluse le zone di San Lorenzo e Fontanelle. “I lavori per l’interramento dell’elettrodotto partiranno come da progetto. Questa amministrazione è già impegnata per far partire con Terna un tavolo di lavoro per avviare un progetto di interramento degli elettrodotti anche a Fontanelle e San Lorenzo”. 

Diverse domande hanno riguardato il prolungamento del Metromare. I timori non interessano l’opera in sé, sulla quale non è emersa contrarietà, quanto l’impatto che potrà avere sulla viabilità della zona. La sindaca Daniela Angelini ha fatto presente che è volontà dell’amministrazione proseguire con l’opera: “Siamo rientrati nell’Accordo di programma con i Comuni di Rimini, Misano e Cattolica. Il prolungamento verso Sud dovrà essere realizzato con opere infrastrutturali completamente diverse rispetto a quelle del primo tratto: l’impatto ambientale dovrà essere molto contenuto”. L’assessore ai Lavori pubblici Simone Imola ha poi aggiunto che “i tecnici dell’amministrazione stanno studiando la migliore soluzione possibile per limitare i disagi alla circolazione, oltre che all’ambiente: non mancheremo di tornare a confrontarci con voi residenti. Non solo: con i fondi a disposizione di Pmr (Patrimonio mobilità Provincia di Rimini) realizzeremo delle opere di abbellimento delle strutture: contrariamente a quanto avvenuto in passato, vogliamo governare il cambiamento, non subirlo”. Alcuni abitanti della zona hanno inoltre chiesto di creare un nuovo sottopasso per l’attraversamento della Statale 16 in prossimità della chiesa Stella Maris. “E’ già previsto nel triennale delle opere pubbliche: andremo a rimuovere tutte le barriere architettoniche”, ha osservato l’assessore Imola. 

Insieme ai componenti della giunta era presente anche il presidente del Consiglio comunale di Riccione Simone Gobbi che oltre a farsi garante di un confronto continuo con i residenti ha anche annunciato che “è nei piani di questa amministrazione il rilancio del polo sportivo delle Fontanelle”. Tra le segnalazioni degli abitanti è emersa inoltre la necessità di rivedere la viabilità in alcune aree come viale Ionio e le strade limitrofe, la rumorosità dei locali notturni della zona, problemi alle fognature in via Licata e di degrado in zona via Michelangelo. La giunta ha preso l’impegno di trasmettere agli uffici preposti le problematiche segnalate dalla cittadinanza.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La giunta incontra il quartiere Fontanelle: pulizia dei parchi e ripristino del decoro urbano al centro del tema

RiminiToday è in caricamento