Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

La Giunta Regionale visita la provincia e porta in dote investimenti per 12,5 milioni

Bonaccini: "Pensiamo a investimenti importanti anzi giganteschi" e tra questi c'è il Metromare che arriverà da Cattolica fino a Comacchio

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini riunisce la sua giunta a Cattolica, incontrando i sindaci della provincia di Rimini. E porta in dote un tesoretto da 12,5 milioni di euro da dividere tra gli enti locali. Più nel dettaglio 3,5 per il Comune di Rimini, due per la Provincia, 110.000 euro per quelli più piccoli e il resto per i rimanenti in base a popolazione, perequazione e solidarietà territoriale. La stessa cifra, 12,5 milioni di euro, viene assegnata anche alla provincia di Piacenza e un milione al Comune di Medicina, le tre aree in regione più colpite dal coronavirus, e 14 per le aree montane e interne. Si tratta infatti di finanziamenti dal Programma straordinario di investimento per i territori colpiti dalla pandemia e aree montane ed interne. I fondi verranno utililizzati "il più velocemente possibile", spiega alla stampa Bonaccini, in progetti subito cantierabili. Insomma "ci aspettiamo al più presto" la lista dei cantieri. Si tratta di risorse che cresceranno grazie a quelle provenienti da Europa e governo e che verranno investite in strade, scuole, manutenzione del territorio, cultura, turismo. Per una "ripartenza solida e inclusiva". Ne esce confermato, commenta il presidente della Provincia Riziero Santi, "il sistema virtuoso degli Enti locali creato in questi anni, di cui la Regione è parte integrande e guida attiva e che si basa sulla solidarietà territoriale". Il sindaco di Cattolica Mariano Gennari sottolinea che "il momento è drammatico ma anche straordinario, se si risponde in maniera repentina alle esigenze di imprese e cittadini, se gli enti vincono le cause con le banche, significa che il Paese sta cambiando e ce la puo' fare".

"Pensiamo a investimenti importanti anzi giganteschi". Lo sottolinea il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini incontrando i giornalisti a margine della seduta della giunta riunita questo pomeriggio a Cattolica nell'ambito di un tour nella provincia di Rimini. E tra gli investimenti c'è il Metromare. "Stiamo presentando al governo il progetto che arriva fino a Ravenna- annuncia Bonaccini- e poi fino a Comacchio". Si tratta di un "investimento da svariati milioni", sottolinea. Dunque, fai conti, "40 milioni già ricevuti, 49 per arrivare fino in Fiera e infine l'altra tranche che arriva fino a Cattolica". È il segnale, conclude, che "dobbiamo svoltare sulla cosiddetta sostenibilita' con interventi green".

Costa e turismo sono tra i settori "più colpiti" dall'emergenza sanitaria. Tuttavia "luglio sta andando meglio e agosto andr+èmeglio di quanto ci immaginavamo". Lo sottolinea il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini a margine della seduta della giunta oggi a Cattolica in provincia di Rimini. "Siamo in ripresa- conferma- e la costa farè la parte del leone. Lo deve fare- aggiunge- perchè ai 34 milioni di euro dati ai sindaci per il waterfront il prossimo anno ne daremo altrettanti per la cartolina del lungomare piu' bello del mondo".

Parco Mare Rimini-2

A Riccione Bonaccini e la Giunta hanno incontrato albergatori e bagnini per un confronto sulle prospettive del comparto turistico, certamente uno dei settori più colpiti dalla pandemia. Presenti tra gli altri la sindaca Renata Tosi, Bruno Bianchini, presidente di Federalberghi, e Diego Casadei presidente della Cooperativa Bagnini Riccione. “In queste settimane- ha sottolineato Bonaccini- abbiamo fatto, insieme alle associazioni di categoria e ai sindaci, un lavoro importante per garantire ai turisti un soggiorno capace di unire all’ineguagliabile ospitalità romagnola anche la garanzia della massima sicurezza. Un lavoro che sta dando i suoi frutti. Questa stagione turistica, dopo un inizio certamente difficile, non è persa. Le stime indicano anzi un agosto migliore delle previsioni. Importante è anche il rispetto delle regole sulla sicurezza: facciamo in modo che i comportamenti di qualche irresponsabile non mettano a rischio tutto quanto abbiamo fatto per fermare la pandemia, cittadini e istituzioni insieme. La Regione continuerà a impegnarsi a fianco degli operatori, per investire sempre più sulla qualità e sulla capacità attrattiva di un comparto trainante per tutta l’economia emiliano-romagnola. Un comparto che in questi anni è stato protagonista di una crescita senza precedenti, arrivando a valere il 12% del Pil. Ci sono tutte le condizioni, superata questa inedita congiuntura, per ripartire più forti e competitivi di prima. Grazie anche all’impegno e allo spirito imprenditoriale della comunità riminese, tra le più colpite dalla pandemia, che voglio ancora una volta ringraziare per il senso di responsabilità dimostrato in questi mesi durissimi”.

Tante le iniziative avviate. La campagna di comunicazione per promuovere le vacanze in Romagna, un investimento da quasi tre milioni di euro, che guarda anche all'estero; l’accordo con le Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia; un programma di manifestazioni artistiche e culturali pensato per allungare la stagione fino a settembre e ottobre. E poi il raddoppio del moto mondiale di Misano Adriatico, il Giro d’Italia posticipato ad ottobre, Ironman. Senza dimenticare il massiccio piano di investimenti per la riqualificazione dei fronte-spiaggia e delle strutture ricettive, con numerosi interventi avviati. Risorse per oltre 57 milioni, di cui 32,5 milioni per sostenere nel triennio 2019-2021 la realizzazione da parte dei Comuni di progetti di riqualificazione e rigenerazione urbana delle località da Goro a Cattolica, in tutto il distretto balneare, e altri 25 milioni a sostegno del Fondo per la ristrutturazione delle strutture ricettive e turistico ricreative. Un nuovo strumento a disposizione di alberghi, campeggi, ma anche stabilimenti balneari.

A Rimini la visita al Parco del Mare e l’incontro con il mondo economico?“Una ripartenza solida, inclusiva, di qualità. Grazie a opere immediatamente cantierabili e accelerando al massimo le procedure, pur nel rispetto della legalità. Come vogliamo fare con questo primo stanziamento straordinario di 12,5 milioni di euro, la Regione c’è e continuerà ad esserci”.??Lo ha ribadito Bonaccini nell’incontro che ha avuto a Rimini con le categorie economiche e sociali.??E sempre a Rimini, la visita – insieme al sindaco Andrea Gnassi - al Parco del Mare, il più grande progetto integrato in Europa di rigenerazione, rinaturalizzazione, innovazione del prodotto turistico e uno degli interventi più significativi del Programma di riqualificazione costiera della Regione. Grazie a un contributo regionale di 8 milioni di euro verranno realizzati ulteriori tre stralci attuativi dell’intervento. Risorse che si aggiungono agli oltre 2,8 milioni concessi sempre dalla Regione attraverso fondi europei per i lavori attualmente in corso.??“Siamo di fronte a un’opera di straordinaria importanza per la città di Rimini e per tutta la regione, l’esempio concreto della Riviera romagnola che vogliamo: più bella, più attrattiva, più rispettosa dell’ambiente. Una Riviera capace di offrire servizi di qualità durante tutto l’arco dell’anno a turisti e residenti. Anche grazie a interventi come questo, l’Emilia-Romagna del turismo ha le carte in regola per continuare a crescere”.??Prima dell’ultima tappa della giornata, l’incontro in serata a Santarcangelo di Romagna con i membri della Giunta comunale, l’appuntamento al Teatro Galli, sempre a Rimini, con le associazioni.

“È significativo e importante partire da Rimini, una delle zone più colpite dall’emergenza sanitaria che ci stiamo progressivamente lasciando alle spalle - ha commentato il presidente dell'assemblea regionale, Emma Petitti. - Nei giorni più difficili dell'emergenza sanitaria, l’Assemblea legislativa si era appena insediata e posso affermare con orgoglio che il lavoro svolto in un momento così delicato è sempre stato improntato all’insegna dell’unità e della condivisione. Credo che sia stata una grande lezione e ne va reso atto ai protagonisti, consiglieri regionali di maggioranza e di minoranza, che nel momento più critico hanno messo da parte le magliette della loro squadra per indossare quelle tutte uguali dell’Emilia-Romagna”.

Entrando nel merito degli interventi messi in campo dalla Regione per fronteggiare l’emergenza, la presidente Petitti ha ricordato: “Grazie a questa stessa condivisione abbiamo deciso di destinare 12,5 milioni di euro alla realtà riminese. Da parte mia quindi non può che esservi un plauso rispetto al percorso effettuato e al risultato ottenuto che, sono certa, troverà condivisone anche da parte dell'Assemblea legislativa, che sarà coinvolta nel percorso dell’iter che porterà allo stanziamento di tali importanti risorse”.

“Il ruolo della Regione in questi casi è fondamentale- ha concluso Emma Petitti- perché funge da effetto moltiplicatore rispetto a politiche espansive che al momento non possono che aiutarci a riprenderci da un impatto economico della crisi molto pesante. Quindi salutiamo con favore questo bel momento e rimbocchiamoci le maniche affinché anche in futuro la nostra comunità provinciale possa trovarsi unita nell’affrontare le importanti sfide che ci attendono”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giunta Regionale visita la provincia e porta in dote investimenti per 12,5 milioni

RiminiToday è in caricamento