La Guardia di Finanza di Rimini celebra i 253 anni di vita del Corpo

Nel corso della cerimonia sono stati 10 i militari premiati per essersi particolarmente distinti nelle varie operazioni

I militari della Guardia di Finanza di Rimini, nel corso di una cerimonia che si è tenuta in caserma, hanno celebrato i 253 anni di vita del corpo. Il comandante provinciale, colonnello Garaglio, dopo aver letto il messaggio di auguri del Presidente della Repubblica e l'ordine del giorno del Comandante Generale delle Fiamme Gialle, ha voluto ringraziare i suoi uomini e le sue donne per il lavoro svolto nel corso dell'anno. La cerimonia è stata anche l'occasione per premiare i militari, 10 quest'anno, che nel corso del 2016 si sono particolarmente distinti per le operazioni portate a termine.

In particolare, l'Encomio Solenne è stato concesso al Finanziere di Mare Lorenzo Di Palma in quanto "Militare appartenente ad una Stazione Navale, libero dal servizio, dimostrando straordinario coraggio, elevato sprezzo del pericolo, profondo altruismo ed altissima considerazione per la salvaguardia della vita umana, notava che una donna era discesa sulla linea ferrata all'interno della locale stazione ferroviaria, manifestando palesi ed inconfutabili tentativi suicidi. Senza frapporre indugio ed esitazione alcuna ed esponendo scientemente la propria vita a manifesto pericolo, con slancio repentino riusciva ad afferrare la malcapitata da un braccio e, con forza, a trascinarla in salvo sul marciapiede, appena prima del sopraggiungere di un convoglio ferroviario.  Rimini, 30 aprile 2016."

Encomio Semplice concesso ai militari Tenente Colonnello Antonio Marco Antonucci, Maggiore Antimo Puca, Capitano Mauro Nuzzo, Maresciallo Capo Michele Bafaro e Maresciallo Ordinario Giuseppe Venuto in quanto "Militari appartenenti al Nucleo di Polizia Tributaria di Rimini, eseguivano complesse ed articolate attività investigative che si concludevano con il sequestro di beni per un valore complessivo di euro 2,3 milioni". Encomio Semplice concesso al Luogotenente Pilota Giuseppe Pulizzi in quanto "Ispettore Pilota di Elicottero presso una Sezione Aerea territoriale eseguiva un'articolata attività di polizia giudiziaria, condotta in collaborazione con altro Organo di Polizia, finalizzata al contrasto agli illeciti in materia di traffico internazionale di rifiuti speciali e pericolosi. Le indagini si concludevano con il rinvio a giudizio di 30 responsabili, il sequestro di sette aree destinate all'abusivo stoccaggio di rifiuti, per una superficie complessiva di circa mq. 7.500, di 14 automezzi, nonché di oltre 2,5 tonnellate di materiale pericoloso. Provincie di Rimini e Forlì – C sena, novembre 2011 – marzo 2016. "

Encomio Semplice concesso ai militari Ten. Giacomo Cucurachi, Mar. C. Vincenzo Scivetti, Brigadiere Capo Guido De Angelis in quanto "Militari appartenenti al Gruppo di Rimini eseguivano una complessa attività di polizia tributaria e giudiziaria che si concludeva con la scoperta di n. 3 evasori totali, la constatazione di elementi positivi di reddito non dichiarati e non contabilizzati per complessivi € 11 milioni, la denuncia all’Autorità Giudiziaria di n. 7 responsabili, l’esecuzione di un sequestro preventivo per equivalente per un importo DI €. 2,5 milioni e la scoperta di 330 lavoratori irregolari. Rimini, giugno 2013 – maggio 2016”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento