menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Guardia di Finanza dona una fornitura di mascherine alla Protezione Civile

I dispositivi di protezione erano stati sequestrati perché non conformi in quanto vendute come chirurgiche, in presenza di una certificazione non valida

Sono state consegnate martedì dalla Guardia di Finanza alla Protezione Civile del Comune di Rimini, le 3.265 mascherine sequestrate a seguito di decreto emesso dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Rimini, Davide Ercolani, perché non conformi in quanto vendute come chirurgiche, in presenza di una certificazione non valida. E’ bene precisare che tali mascherine, che non sono utilizzabili quando sia prescritto l’uso di Dispositivi Medici o Dispositivi di Protezione Individuale, possono invece essere utilizzate come “generiche”, attraverso la procedura della rietichettatura conforme. Dopo il sequestro penale, le mascherine erano state messe a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che con apposito provvedimento (come proposto dalle Fiamme Gialle operanti) ne ha disposto l’assegnazione alla Protezione Civile. Per questo, martedì presso il Comando Provinciale della Guardia di Finanza, in via Augusto Grassi 10, il Comandante Provinciale, Colonnello Antonio Giuseppe Garaglio, ha consegnato le mascherine all’Ingegnere Danilo Ronchi, dell’Ufficio Protezione Civile del Comune capoluogo di provincia, alla presenza della professoressa Anna Montini, Assessore all’Ambiente, Sviluppo Sostenibile e Protezione Civile.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento