menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La lite tra marito e moglie permette di scoprire una coltivazione di marijuana

I carabinieri, intervenuti per mettere pace tra la coppia, si sono resi conto che nell'abitazione veniva coltivata la droga

A dare l'allarme erano stati i vicini che, nella serata di mercoledì, avevano chiamato i carabinieri segnalando un'accesa lite in famiglia con una serie di urla che provenivano da un appartamento occupato da una giovane coppia nel comune di Montescudo-Monte Colombo. I militari dell'Arma, preoccupati per la situazione visto che negli ultimi giorni sono aumentati sensibilmente questo genere di casi, sono accorsi sul posto. Dopo aver suonato il campanello della casa, ad aprire sono stati gli sposini meravigliati dall'arrivo delle divise spiegando che si trattava di un semplice diverbio per questioni di gelosia. I carabinieri, tuttavia, hanno voluto accertarsi che le dichiarazioni della coppia rispondessero al vero e che non ci fossero segni di maltrattamenti domestici entrando nell'appartamento.

Appena varcata la soglia, però, i militari dell'Arma sono stati invasi dall'odore inconfondibile della marijuana e la coppia è letteralmente sbiancata quando si è resa conto che l'ispezione li aveva smascherati. Una delle stanze, infatti, era stata allestita con una serra artigianale dove crescevano rigogliosamente 21 piante di stupefacente cariche di infiorescenze pronte per essere raccolte e trattate. Nella credenza, invece, faceva bella mostra un vaso con 220 grammi di marijuana già essiccata e pronta per essere consumata. Il tutto ha così fatto scattare le manette ai polsi dei due sposi, lui 37enne e lei 26enne, entrambi incensurati e nullafacenti. Marito e moglie saranno processati per direttissima nella mattinata di giovedì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento