Cronaca

La maga dei "furti con abbraccio" finisce in manette, decine i colpi ai danni degli anziani

I militari dell'Arma di Osimo hanno dato esecuzione in provincia di Caserta a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, incastrata dalle telecamere di videosorveglianza

Una donna di 55 anni è stata tratta in arresto dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Osimo perché ritenuta responsabile di furti commessi ai danni di anziani 80enni. La 55enne, come riferisce AnconaToday, derubava con l'aiuto di un complice: prima chiedeva delle informazioni e poi, con la scusa di ringraziarli per l'aiuto, li abbracciava e derubava di gioielli e altri oggetti di valore. Ha mietuto vittime anche a Pescara e provincia. L'indagine è stata coordinata prima dai magistrati della procura di Ancona e poi da quelli di Benevento.

I militari dell'Arma hanno dato esecuzione in provincia di Caserta a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Benevento, su richiesta della procura di Benevento, nei confronti di una donna 55enne, cittadina iraniana, in quanto gravemente indiziata del reato di concorso in furti aggravati. Le indagini nei suoi confronti sono iniziate nel 2020 dopo un furto di questo genere a Camerano. Dopo aver sfilato un girocollo in oro alla sua vittima, sempre con la stessa tecnica, si era impossessata anche dell’orologio e per ringraziarla le aveva consegnato un sacchetto con all’interno una catenina risultata poi essere di ferro. I complici nel frattempo si erano allontanati a bordo di un’auto nera facendo perdere le proprie tracce.

Gli investigatori osimani hanno subito avviato le indagini, visionando le immagini dei sistemi di telecamere presenti nel comune di residenza della vittima e di quelli limitrofi, riuscendo a individuare il veicolo e a identificare anche gli occupanti, che avevano precedenti specifici per questo genere di reati commessi sempre con il medesimo modus operandi. L’estensione dell’attività investigativa ha consentito in seguito di individuare altri soggetti dediti alle stesse attività, accomunati tra loro dal vincolo di parentela. In particolare, si sono resi responsabili di almeno dieci episodi delittuosi nelle province di Ancona, Benevento, Pesaro, Rimini, Pescara, L’Aquila, Catanzaro, Chieti e Siena. Le indagini hanno consentito di acquisire gravi indizi a carico di più persone, nei confronti dei quali si procede separatamente, legati da vincoli di parentela e residenti in provincia di Caserta, dediti alla commissione di reati contro il patrimonio, in particolare furti in luogo pubblico con destrezza e strappo perpetrati in danno di anziani, con la specifica del pendolarismo criminale, atteso che gli spostamenti al di fuori del contesto della provincia casertana, era effettuato con il solo e unico scopo di porre in essere tale tipologia delittuosa. La 55enne, quindi, è stata arrestata e portata nella casa circondariale di Napoli-Pozzuoli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La maga dei "furti con abbraccio" finisce in manette, decine i colpi ai danni degli anziani

RiminiToday è in caricamento