La Municipale di Riccione apre la caccia ai furbetti dei pass invalidi

Controlli a tappeto su tutto il territorio per contrastare l'utilizzo fraudolento del permesso rilasciato

Da lunedì 29 gennaio a sabato 3 febbraio, il corpo intercomunale di polizia municipale di Riccione svolgerà una campagna mirata volta a contrastare l'utilizzo fraudolento dei pass invalidi. In particolare, le pattuglie del corpo concentreranno la loro attenzione sulla genuinità del documento utilizzato accertando eventuali alterazioni o contraffazioni e sul corretto utilizzo del contrassegno al servizio delle persone con difficoltà di deambulazione. In queste settimane inoltre si è provveduto ad un’accurata verifica dei pass non riconsegnati anche se scaduti o ancora in circolazione nonostante decessi o cambi di residenza, al fine di avere un quadro completo e preciso dei permessi validi. Negli ultimi 5 anni sono stati rilasciati circa 5.000 pass e ad oggi sono 1.200 quelli attivi. Si ricorda che realizzare un pass falso o modificarne uno vero costituisce una condotta molto grave per la quale è obbligatorio procedere con la segnalazione alla Autorità Giudiziaria. Tra i controlli previsti vi è anche il reale utilizzo da parte della persona titolare del contrassegno.

“E’ nostro dovere dedicare particolare attenzione all’uso improprio di questo tipo di autorizzazione ed esercitare un’azione di controllo continuativa e puntuale – dichiara l’assessore alla polizia municipale Elena Raffaelli. Chi abusa di questi permessi si comporta in modo incivile e inaccettabile, oltre che penalmente rilevante in caso di contraffazione, poiché penalizza le persone in reale situazione di bisogno e in difficoltà e coloro che rispettano le regole. Il tema purtroppo è costantemente attuale ed è per questo che ringrazio gli agenti della polizia municipale e l’ufficio traffico per l’ottimo lavoro che stanno svolgendo, che proseguirà con la messa on line della localizzazione di tutti gli stalli, così da facilitare l’individuazione da parte di chi ne ha necessità”.

Si ricordara che è possibile avvalersi solo del pass in originale e che l'eventuale esposizione ed utilizzo di una fotocopia dello stesso non ha alcuna validità e comporta una sanzione e la rimozione del veicolo per liberare lo stallo occupato abusivamente. La sanzione prevista è di € 85,00 ridotta a € 59,50 se pagata entro 5 giorni, oltre alla decurtazione di 2 punti dalla patente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento