rotate-mobile
Cronaca

La pellicola Cocoricò Tapes sbarca al Multiplex Le Befane, il principe Maurice alla prima proiezione

Il documentario di Francesco Tavella racconta le vicende della storica discoteca dal 1993 quando Loris Riccardi è art director del locale di Riccione, inizia così un periodo in cui la Piramide diventa il centro del clubbing europeo

Cocoricò Tapes, il documentario di Francesco Tavella, si prepara a una settimana di proiezioni al Multiplex Le Befane di Rimini (Via Caduti di Nassiriya, 22). Il film prodotto da La Furia Film e Sunset Produzioni e sostenuto dall’Emilia-Romagna Film Commission sarà in programmazione tutti i giorni a partire da giovedì 5 ottobre fino a mercoledì 11 ottobre, alle 20:45 e alle 22:30, sabato e domenica si aggiunge anche una proiezione pomeridiana alle 18:45. In occasione delle prime due proiezioni, giovedì 5 è prevista un’apertura speciale che inaugurerà simbolicamente l’inizio del tour autunnale nelle sale di Cocoricò Tapes. Tra gli ospiti presenti in sala a Rimini: l’iconico performer Principe Maurice in arrivo da Milano, il regista Francesco Tavella, l’autore delle musiche Matteo Vallicelli e le case di produzione La Furia Film e Sunset Produzioni.

La pellicola racconta le vicende della storica discoteca dal 1993 quando 1993 Loris Riccardi è art director del locale di Riccione. Inizia così un periodo in cui la Piramide diventa il centro del clubbing europeo tra performance, musica e trasgressione. Con materiale d’archivio inedito e nuove interviste ai protagonisti di quella stagione, Cocoricò Tapes è un viaggio nel tempo per rivivere quelle notti indimenticabili. Un progetto che nasce dal ritrovamento di ore e ore di immagini d’archivio su VHS, poi selezionate e riordinate con un preciso lavoro di montaggio, Cocoricò Tapes prova a raccontare qualcosa che non si poteva raccontare, ma solo vivere. I sabato notte sotto la Piramide erano l’emblema di un rito collettivo che ha unito un’intera generazione; quel rito collettivo, il significato del Cocoricò per chi l’ha vissuto, le speranze e i timori degli anni ‘90 sono il fulcro di un documentario pensato per essere un viaggio visivo e sonoro senza effetto nostalgia. Fondamentali anche le interviste ai protagonisti del tempo (Loris Riccardi, Principe Maurice, Giuseppe Moratti, Renzo Palmieri, Silvia Minguzzi) e il lavoro di Matteo Vallicelli sulle musiche del film, un sound elettronico che guida il pubblico nella rappresentazione di luoghi e sensazioni del corpo e della mente.

Dopo una campagna di crowdfunding ampiamente sostenuta e l’anteprima mondiale nella piazza gremita del Pesaro Film Festival, Cocoricò Tapes ha trascorso un’estate in giro per festival e arene estive, portando a casa diversi sold out e il Premio “Sebastiano Gesù” da Ortigia Film Festival.  Ad accompagnarlo in giro per incontrare il pubblico: il regista Francesco Tavella, il co-sceneggiatore Matteo Lolletti, la produttrice Lisa Tormena e il produttore Giacomo Benini, il direttore della fotografia Luca Nervegna e l’autore delle musiche Matteo Vallicelli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La pellicola Cocoricò Tapes sbarca al Multiplex Le Befane, il principe Maurice alla prima proiezione

RiminiToday è in caricamento