"La pista ciclabile è dissestata e pericolosa", la segnalazione di un cittadino

A lanciare l'allarme è un residente di Santarcangelo che ha inviato una segnalazione anche al Comune e alla Municipale

"La pista ciclabile lungo la Santarcangiolese è dissestata e pericolosa". A dare l'allarme sulle condizioni del tratto di strada è un residente di Santarcangelo che ha provveduto a segnalare la situazione sia al Comune della città clementina che al comando della Municipale, oltre alla Provincia e al Prefetto. "Tale dissesto - spiega in una missiva inviata alle autorità - mette in grave pericolo  la circolazione  soprattutto di chi utilizza le due ruote per i propri spostamenti, oltre che ovviamente l'incolumità dei pedoni che di lì transitano. Inoltre vi sono anche situazioni di pericolo che possono intervenire sulla Strada Provinciale dove vi sono i cordoli che delimitano la pista ciclabile dalla strada, che stanno implodendo che potrebbero creare ostacolo alla viabilità ordinaria. Per questo motivo Comune, Municipale, Provincia e Prefettura, nell'ambito delle precipue competenze e responsabilità, a porre in essere ogni provvedimento volto a ripristinare la sicurezza della pista ciclabile, ricordando che, in caso di incidente a causa di detta insidia, sarà di competenza dell'Autorità Giudiziaria accertare l'esistenza obiettiva di pericolo o di insidie della pista ciclabile, dovuti a condotta colposa omissiva o commissiva degli enti proprietari e l'eventuale nesso di causalità tra tale condotta e danni subiti dagli utenti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Roberto Casadei, un cantore della Romagna

  • Stroncato da un malore durante la pedalata, ciclista perde la vita in strada

  • Metromare, i primi due giorni corse gratis per tutti

  • L'acqua alta invade spiagge, il porto e l'area del Ponte di Tiberio

  • Picchiata dal marito costretta a un escamotage per chiedere aiuto ai carabinieri

  • Guida senza patente e fornisce le generalità della gemella sperando di farla franca

Torna su
RiminiToday è in caricamento