rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

La Polizia di Stato "inaugura" il taser: esagitato minaccia gli agenti con una lametta per poi ferirsi

A farne le spese un nordafricano che ha dato in escandescenza nella zona di Santa Cristina facendo intervenire la pattuglia delle Volanti

La Polizia di Stato riminese ha "inaugurato" il taser, l'arma non letale in dotazione agli agenti, usandolo per riportare alla calma un esagitato armato di lametta che oltre ad autolesionarsi minacciava le divise. L'episodio è avvenuto alcuni giorni fa nella zona di Santa Cristina dove era stata segnalata la presenza di un nordafricano in preda a una violenta crisi. Il personale della Questura è intervenuto sul posto e gli agenti della Volante si sono trovati davanti l'uomo che, imprecando, brandiva la lametta continuando a tagliarsi. In un primo momento si è provato a farlo ragionare e, come avvenuto in episodi analoghi durante l'estate, facendogli vedere l'arco elettrico nel tentativo di calmarlo. Visti vani tutti i tentativi, alla fine l'agente ha sparato il dardo facendo partire l'elettroshock che ha immobilizzato l'esagitato. Il nordafricano, risultato essere una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, non è stato denunciato in quanto si è trattato di atti di autolesionismo ed è stato chiesto l'intervento del 118 per le cure del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polizia di Stato "inaugura" il taser: esagitato minaccia gli agenti con una lametta per poi ferirsi

RiminiToday è in caricamento