La polizia passa al setaccio Borgo Marina, tanti pregiudicati negli esercizi commerciali

Gli agenti delel Volanti hanno arrestato un ladro e denunciato due minorenni per furto aggravato in concorso

Nuova ondata di controlli da parte degli agenti della polizia di Stato che, negli ultimi giorni, hanno passato al setaccio Borgo Marina dopo le segnalazioni preoccupanti arrivate dai cittadini e dai residenti nel quartiere. L'attività, eseguita in base alle direttive del capo della polizia per prevenire la criminalità, ha visto impegnate le pattuglie delle Volanti, del reparto Prevenzione Crimine e il personale della polizia Amministrativa. I controlli, eseguiti all'interno dei vari locali pubblici e delle attività commeriali, hanno fatto emergere come queste siano abitualmente frequentate da pregiudicati. Tra le persone identificate, anche un uomo di origine romena trovato in possesso di sostanza stupefacente e per questo segnalato alla Prefettura. La squadra Amministrativa, nel corso dei controlli, ha inoltre rilevato delle infrazioni ad un bar, quali la mancanza dell’alcool test e violazioni inerenti all’impatto acustico, mentre presso un altro locale sono in corso verifiche relative al possesso delle autorizzazioni. Nei locali dove sono stati identificati numerosi pregiudicati i controlli verranno ripetuti poiché ulteriori accertamenti in tal senso potrebbero comportare la chiusura dell’attività, anche per considerevoli periodi di tempo, in base all'articolo 100 del Tulps. Gli accertamenti su strada delle Volanti, con gli equipaggi dei reparti Prevenzione Crimine, hanno visto venire identificate circa 400 persone e ispezionati 150 veicoli.

Il bilancio finale parla di un arresto e 3 denunce a piede libero. Nel dettaglio, a finire in manette è stato un ucraino 48enne che, nella serata di martedì, si era introdotto nella Darsena di Rimini per svaligiare le gettoniere dei distributori automatici. Scoperto dal personale di sorveglianza che ha dato l'allarme facendo intervenire gli agenti delle Volanti, il personale della Questura è riuscito a catturarlo. Ad un primo controllo lo straniero risultava non avere precedenti ma, ad una ulteriore e più approfondita verifica con le stesse generalità ma il cognome senza l’apostrofo, risultava essere una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per il reato di ricettazione. Dalla perqusizione sono spuntate anche le monete rubate nelle apparecchiature che sono valse al 48enne le manette con l'accusa di furto aggravato. Tra i denunciati a piede libero, cui due minorenni per furto aggravato in concorso e un 25enne originario del Mali, in regola sul territorio nazionale, per aver fornito all’atto del controllo false attestazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento