Cronaca

La polizia stronca la sfolgorante carriera di un giovane spacciatore

Durante un normale controllo gli agenti hanno sorpreso il ragazzino con un'ingente quantità di contanti, dalla perquisizione domiciliare spunta lo stupefacente

Sono stati gli agenti delle Volanti della Questura di Rimini a stroncare la sfolgorante carriera di uno spacciatore appena 18enne trovato in possesso di un'ingente quantità di contanti e droga. Tutto è iniziato verso le 15 di lunedì quando, in via Eritrea a Viserba, una pattuglia della polizia di Stato si è imbattuta in due ragazzini che camminavano sul marciapiedi e ha deciso di fermarli per un controllo. Alla richiesta dei documenti, il 18enne è apparso molto nervoso tanto che gli è stato chiesto se aveva qualcosa da nascondere e per tutta risposta il giovane ha consegnato spontaneamente 3 dosi di marijuana. Da un borsello ha poi tirato fuori il portafoglio contenente 1310 euro in contanti in banconote da piccolo taglio. Vista la situazione è stata eseguita una perquisizione domiciliare che ha permesso di recuperare, in un sacchetto nascosto nel borsone da palestra, altri 70,85 grammi sempre di marijuana e un bilancino di precisione. Tutto il materiale è stato stato messo sotto sequestro mentre per il 18enne sono scattate le manette con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia stronca la sfolgorante carriera di un giovane spacciatore

RiminiToday è in caricamento