La Protezione Civile Riviera del Conca sul web per tenere aggiornati i dati sull'epidemia

Il sito si aggiunge alla pagina Facebook e fornisce una serie di aiuti alla popolazione dei comuni coinvolti

La Protezione Civile Riviera del Conca, alla quale partecipano i Comuni di Cattolica, Coriano, Misano Adriatico, Riccione e San Giovanni in Marignano, ha inaugurato un proprio sito internet – www.coirivieradelconca.it – sul quale far confluire disposizioni ufficiali, informazioni e avvertenze destinate ai cittadini. Il sito si aggiunge alla pagina Facebook ‘Protezione Civile Riviera del Conca’. Il servizio realizzato interamente dal personale interno del Centro Operativo Intercomunale di Protezione Civile (COI) si avvale della fondamentale collaborazione degli URP dei comuni, sensibilizzati e coinvolti nella partecipazione all’iniziativa. Il progetto deriva dall’istituzione dell’ambito ottimale “Riviera del Conca” e la conseguente possibilità di associare la Funzione di Protezione Civile attraverso l’istituzione di un Ufficio Associato e di un Centro Operativo Intercomunale. Percorso che si inserisce nel quadro di riordino territoriale delle funzioni comunali di protezione civile che prevedono l’accorpamento dei Centri Operativi come deliberato dai singoli comuni.

Dal 27 febbraio scorso il Sindaco di Riccione, che è il comune capofila nella gestione associata di protezione civile dell’Ambito territoriale della Riviera del Conca, ha comunicato alla Prefettura l’attivazione del Centro Operativo Intercomunale di Protezione Civile della Riviera del Conca, insieme ai riferimenti e agli ambiti operativi. La sede operativa del COI è a Cattolica in Via Mercadante n. 93. In questi giorni di emergenza COVID-19 il personale operativo dei cinque comuni del COI si incontra online due volte al giorno per monitorare richieste e attività da svolgere, anche a supporto dei vari soggetti che si sono attivati in autonomia a sostegno delle persone in difficoltà.

Dall’attivazione del Centro Operativo il 27 febbraio scorso a seguito dell’emergenza COVID-19, sono molte le azioni messe in campo dall'ufficio associato di Protezione civile nei 5 comuni associati (Cattolica, Coriano, Misano A., Riccione e San Giovanni in Marignano): consegna di volantini informativi presso le attività economiche; consegna di generi alimentari e di prima necessità; consegna di farmaci; supporto alla Prefettura/Questura/Regione/Provincia nell’approntare i blocchi stradali e le chiusure delle vie secondarie di accesso; campagne di sensibilizzazione e di informazione nei confronti della popolazione, ecc.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sito entra in funzione nel pieno dell’emergenza COVID-19 ma sarà anche riferimento per l’omogeneizzazione dei messaggi del Sistema di allertamento per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico, di incendi boschivi, sismico, ecc. coi vari livelli di criticità. Dal sito sono raggiungibili anche le pagine web dei cinque comuni associati dove sono reperibile anche le informazioni specifiche di ogni territorio. Sul sito sono già stati inseriti i riferimenti normativi, le FAQ originate dalle Pubbliche Amministrazioni e la mappa con i blocchi e le barriere di controllo stradali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amici o fidanzati non conviventi in auto: quali sono le regole da seguire?

  • Trucca lo scontrino per pagare meno la spesa, denunciato per truffa

  • Sacerdote riminese allontanato dalla diocesi, su di lui indagine per droga e pedopornografia

  • Grave incidente nella notte, un ferito ricoverato in Rianimazione

  • Coronavirus, il bollettino: l'attività di screening scopre due positivi asintomatici

  • Nuovi casi di Covid-19 tutti asintomatici, decisa regressione dell'epidemia

Torna su
RiminiToday è in caricamento