La Provincia sul piede di guerra contro al Governo: "Serve super-piano e liquidità vera"

Il presidente Santi: "Usciamo dalla zona sanitaria rossa ed entriamo nella zona economica nera"

"Usciamo dalla zona sanitaria rossa" e "entriamo nella zona economica nera". Con questa metafora il presidente della provincia di Rimini, Riziero Santi, interviene questo pomeriggio all'incontro con il presidente della Regione Stefano Binaccini. Chiedendo per il territorio "un piano straordinario" di sostegno, articolato in 10 punti. In primo luogo, "serve liquidità vera, senza ritardi e senza furbizie delle banche". Così come servono "aiuti per le famiglie" e "protocolli di sicurezza fattibili ed economicamente sostenibili". Dunque "formule di distanziamento che consentano un ordinato svolgimento delle attività di vendita al dettaglio, di ristorazione e di accoglienza, ma che non si traducano infine, in buona sostanza, nel messaggio restate chiusi. Occorre poi "mettere in sicurezza i bilanci degli enti locali" che "dovranno fare i conti con pesanti riduzioni di entrate", con i Comuni a vocazione turistica "ancora più penalizzati".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da qui la richiesta di "contributi straordinari dallo Stato" e da questo punto di vista, stigmatizza Santi, "siamo molto arrabbiati col governo nonostante riconosciamo gli sforzi fatti". Anche dalla Regione, prosegue, "serve un impegno straordinario". Occorre poi mettere mano all'impianto normativo che regola il rapporto con le grandi società di servizi: "L'Ente locale è debole nel confronto con queste, una debolezza che alla fine pagano i cittadini". Infine servono "risorse per gli investimenti" e "strategie territoriali innovative", fermo restando "il ruolo fondamentale della cultura". Santi lancia un messaggio anche ai sindaci del riminese: "Continuiamo nel solco della collaborazione. Dimostriamo ai nostri cittadini e soprattutto ai giovani che siamo coesi. Impegniamoci a fare squadra, a lavorare tutti insieme superando le divergenze e gli individualismi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento