Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

La rapina all'Oro Cash era una messa in scena

Svolta nelle indagini relativi alla rapina commessa all'Oro Cash l'11 novembre scorso e che portò all'arresto di tre uomini. Il colpo non era altro che una messa in scena

Svolta nelle indagini relativi alla rapina commessa all’Oro Cash l’11 novembre scorso e che portò all’arresto di tre uomini. Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno scoperto che il colpo non era altro che una messa in scena, arrestato così la commessa del punto vendita, una 35enne francese, con l’accusa di calunnia. Ad insospettire i poliziotti sono state le immagini delle telecamere di videosorveglianza. La donna infatti aveva subìto un’aggressione non violenta.

I rapinatori inoltre sembravano alquanto timorosi. A quel punto la commessa è stata interrogata per ricostruire la dinamica dell’assalto. I sospetti hanno trovato conferma anche dalla confessione al pm dei due ladri, che hanno rilevato la complicità della donna. Ad architettare il piano è stato un napoletano di 33 anni. Oltre ai due ladri c’era anche un altro complice, un canadese di 34 anni. I sei sono stati denunciati per simulazione di reato e millantato credito aggravato in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rapina all'Oro Cash era una messa in scena

RiminiToday è in caricamento