La Regione accoglie e finanzia tre progetti dell’Istituzione Riccione per la Cultura

Erogati 15mila euro per biblioteca, restyling degli spazi destinati al pubblico dei musei e catalogazione del patrimonio storico del Comune

La Regione Emilia-Romagna ha ammesso a finanziamento tre dei quattro progetti presentati dall’Istituzione Riccione per la Cultura nell’ambito del bando regionale previsto dalla legge 13/2015. Leggere in biblioteca. La Biblioteca Comunale, dunque, riceverà  un contributo di 7.000 euro per realizzare anche per l’autunno inverno prossimo il progetto “Leggere in Biblioteca”, un insieme di iniziative che la biblioteca organizza  già da diversi anni per promuovere e valorizzare la lettura. Rivolto principalmente alle scuole comunali dell’infanzia, primarie e medie, il progetto mira a favorire l’incontro tra lettore e libro, e a sviluppare la collaborazione tra le istituzioni e i soggetti culturali presenti sul territorio. Il contributo della Regione servirà a sostenere il progetto nel suo insieme, il coinvolgimento di sempre più classi, e a far fronte alle spese di trasporto dei ragazzi che da quest’anno potrebbero essere a carico della biblioteca.

Musei accoglienti. Approvato anche il progetto elaborato dai Musei riccionesi, la Galleria d’arte moderna e contemporanea Villa Franceschi e il Museo del Territorio sotto il titolo Musei accoglienti. Gli interventi di restyling relativi agli spazi destinati al pubblico e a nuovi servizi per i visitatori riguarderanno sia il Museo del Territorio, che si doterà di una nuova reception in grado di soddisfare i diversi bisogni dell’utenza e facilitare anche l’accesso alle persone diversamente abili, sia la Galleria d’arte Villa Franceschi. Anche qui si procederà ad un restyling della reception per ampliare l’offerta rivolta al pubblico. Verrà allestito uno spazio per attività artistico-creative e si predisporrà una saletta studio/consultazione di libri e cataloghi d’arte in dotazione al museo, aperta a ricercatori e persone interessate alle arti visive. L’intervento prevede, inoltre, un aggiornamento tecnologico per entrambi i musei: la realizzazione di audio guide (in italiano e inglese) per permettere a tutte le fasce d’utenza di conoscere in modo più approfondito le collezioni presenti nelle due sedi museali. Il costo complessivo del progetto è di 16.000 euro, di cui il 50 per cento (8.000 euro) finanziato da contributo regionale nel biennio 2016-2017.

Catalogazione informatizzata del patrimonio storico-artistico del Comune di Riccione. E’ il terzo dei progetti ammessi a contributo, che in questo caso non avrà un corrispettivo economico ma sarà svolto tramite un intervento diretto dell’IBC Istituto per i beni artistici, culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, che curerà la catalogazione informatizzata del patrimonio storico-artistico del Comune di Riccione e l’aggiornamento delle schedature precedentemente effettuate. Saranno catalogati (secondo gli standard ministeriali di catalogazione) circa un centinaio tra dipinti e sculture di arte contemporanea che si trovano in Municipio e in altre sedi di pubblico interesse. Incluse le oltre 30 sculture collocate all’aperto in diversi luoghi della città, prezioso lascito artistico della rassegna internazionale d’arte “La pietra e il mare” , tenutasi a Riccione nei primi anni ’90. Attualmente la catalogazione informatizzata copre circa il 55% del patrimonio artistico del Comune di Riccione, comprese le opere che si trovano nella Collezione Permanente della Galleria d’arte moderna e contemporanea Villa Franceschi. Queste schede sono già consultabili sul sito dell’Ibc. Al compimento del progetto, tutte le opere saranno consultabili on line sul sito dell’Ibc. Un indispensabile strumento di conoscenza da mettere a disposizione di tutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto escluso da contributo ha come obiettivo il riordino degli spazi della Biblioteca, necessario per razionalizzarne l’uso da parte degli utenti e aumentare il numero di postazioni di lettura e consultazione. Gli spazi da recuperare sono i locali dell’ex-videoteca, oggi sotto utilizzata, del magazzino librario e della sala riunioni  posti al primo piano. Attraverso l’acquisto di arredi specifici, l’intervento avrebbe permesso di creare una trentina di nuove postazioni per i lettori, ovviando così al sovraffollamento della sala studio al piano terra. Tuttavia l’intervento rimane importante per l’Istituzione e non verrà accantonato. Verrà ripresentato all’attenzione della regione Emilia-Romagna alla prossima occasione utile, o verrà realizzato dall’Amministrazione Comunale con proprie risorse.
logo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento