Cronaca

La Regione investe nelle attività delle associazioni di pro loco

Nel riminese è di oltre 35 mila euro il contributo per l’associazione turistica dell'entroterra

La Regione investe 400mila euro per le attività di 11 associazioni di pro loco dell’Emilia-Romagna. I fondi, messi a disposizione attraverso un bando della Giunta regionale, sono rivolti all’animazione turistica e alla valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali dell’Emilia-Romagna. Obiettivo: premiare la capacità organizzativa e l’efficacia dell’animazione turistica messa in campo dalle pro loco.

“Innovazione, impegno e partecipazione caratterizzano le tante realtà che accompagnano la vita delle piccole comunità- spiega l’assessore regionale a Turismo e commercio, Andrea Corsini-. Si tratta di attività importanti per rivitalizzare i piccoli centri, soprattutto in zone montane, e che coinvolgono diverse associazioni che lavorano insieme. Con l’attuazione di questo bando, la Regione riconosce l'impegno sociale e premia una forma di volontariato forte, presente su tutto il territorio regionale e capace di rafforzare la coesione di comunità, mettendola a servizio della valorizzazione del territorio, della sua identità, dei suoi prodotti di eccellenza, in un'ottica di crescita dell'offerta turistica locale”.

Le attività sostenute riguardano la promozione di servizi e prodotti tipici turistici, del patrimonio storico locale ed eventi di valorizzazione del territorio. I contributi vanno dal 60 all’80% della spesa prevista nei progetti presentati. Nel riminese è di oltre 35 mila euro il contributo per l’associazione turistica di Verucchio (Verucchio, Gemmano, Mondaino, Monte Colombo, Montescudo, Pennabilli, Sant'Agata Feltria, Santarcangelo di Romagna).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione investe nelle attività delle associazioni di pro loco

RiminiToday è in caricamento