La Regione rassicura: "Nessuno stop al servizio di accompagnamento casa-lavoro per i ciechi"

La Regione sta mettendo a punto la ripartizione, pari a 1 milione e 250 mila euro, tra i Comuni dell'Emilia-Romagna per sostenere il servizio di accompagnamento.

Nessuno stop definitivo al trasporto casa-lavoro per i non vedenti e per gli utenti in condizione di disabilità. La Regione sta mettendo a punto la ripartizione, pari a 1 milione e 250 mila euro, tra i Comuni dell’Emilia-Romagna per sostenere il servizio di accompagnamento.  È questa la risposta della Regione al caso sollevato dall’Unione italiana ciechi di Rimini.

Nelle prossime settimane – spiega la Regione – terminerà l’istruttoria per determinare e per trasferire le risorse (che sono una quota del fondo disabili) ai Comuni, che sono titolari del servizio di trasporto.  La ripartizione, che tiene conto dello “storico” del servizio di accompagnamento localmente effettuato, avviene sulla base del numero dei disabili iscritti al collocamento mirato, o avviati al lavoro dallo stesso servizio di collocamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento