rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca Riccione

La sindaca Angelini lancia il restyling dei viali d'Annunzio e Tasso. "Nessuna tolleranza per i locali rumorosi"

La prima cittadina decisa ad intervenire anche sulla viabilità: “In viale Dante va rimosso il divieto prima del porto e va limitata l’occupazione di suolo pubblico”

Riqualificazione di viale D’Annunzio e di viale Tasso entro il 2024. Nuovo arredo per i giardini dell’Alba e sistemazione della pavimentazione di viale Dante entro Pasqua. Ripristino del decoro urbano in numerose arterie stradali in cui verranno rifatti asfalti e marciapiedi. Poi diversi interventi sul verde urbano e un dialogo costruttivo con Hera affinché migliori il servizio di raccolta dei rifiuti. Sono questi, in sintesi, gli impegni assunti dalla giunta di Riccione che ieri sera ha incontrato i cittadini della zona Alba, circa un centinaio di persone, all’hotel Gemma. I residenti e gli operatori della zona hanno colto l’occasione di #riccionepartecipa, il viaggio nei quartieri di Riccione di sindaca e assessori, sempre molto apprezzato, per avanzare proteste e chiedere soluzioni ai problemi. 

Durante il confronto si è parlato moltissimo di viale Dante, in cui proprio venerdì mattina sono partiti i lavori per la sistemazione della pavimentazione. L’assessore ai Lavori Pubblici Simone Imola ha chiesto ai proprietari delle aree private della pavimentazione di intervenire a loro volta affinché la messa in sicurezza del viale possa essere la più completa possibile. “Chi è interessato a sistemare la propria pavimentazione privata può rivolgersi alla ditta che esegue i lavori per conto di Geat, meglio se attraverso le rappresentanze dei comitati, o farlo con una propria”, ha spiegato l’assessore. Imola ha inoltre annunciato il completamento del rifacimento di viale D’Annunzio - nel tratto tra piazzale Azzarita e il porto - e viale Tasso: “Per entrambe le opere abbiamo già fondi certi e sono programmate per il 2024”.  

Su viale Dante - dove verranno sostituite tutte le lampade non più a norma ed eccessivamente energivore - si è aperto un interessante confronto con residenti e operatori della zona. La sindaca di Riccione Daniela Angelini ha affrontato il tema del decoro urbano e dell’occupazione del suolo pubblico da parte degli operatori, oltre alla possibilità - eventualmente da condividere - di rimuovere la fioriera che blocca il viale all’incrocio con viale Galli. “Abbiamo avviato un confronto con gli operatori economici di Riccione per riqualificare tutte le aree commerciali della città - ha detto la sindaca -. In attesa dei risultati crediamo che viale Dante debba tornare a essere uniforme e interamente percorribile fino al porto e che l’occupazione del suolo pubblico debba tornare a essere contenuta: al momento la gente fa fatica a passeggiare. E’ accettabile? Noi siamo convinti che non lo sia: quel tipo di situazione forse poteva andare bene durante le restrizioni del Covid ma ora, certamente, non più”. Idee sulle quali molti dei presenti hanno concordato. 

All’incontro erano presenti anche i presidenti dei comitati di zona che, oltre ad apprezzare la disponibilità al dialogo da parte della giunta e alle numerose opere avviate o annunciate, hanno manifestato i numerosi problemi che accusa il quartiere Alba. In particolare sono stati segnalati la scarsa frequenza con cui Hera effettua il servizio di raccolta dei rifiuti, il verde pubblico non troppo curato, tanti edifici o ex esercizi pubblici in stato di abbandono (a partire dal Pavoncino Pub e la vecchia scuola di via Monti), locali pubblici eccessivamente rumorosi e anche degrado sociale. 

L’assessore alla Sicurezza Oreste Capocasa - che ha presentato ai cittadini la nuova comandante Isotta Macini - ha riferito che la Polizia locale sarà potenziata grazie a nuove assunzioni. Inoltre, verrà confermato il servizio offerto dai vigilantes e verrà aumentata la videosorveglianza della zona. “Non si ripeterà quanto accaduto nell’estate del 2022, quando il centralino della Polizia locale era subissato dalle chiamate. Lo scorso anno eravamo appena arrivati e abbiamo preso le redini della gestione cittadina in corsa: durante la prossima estate certi comportamenti non saranno tollerati”. I residenti, chiedendo maggiore manutenzione del verde, hanno anche avanzato la richiesta di un numero maggiore di bidoni. E’ inoltre stato sollevato il problema delle deiezioni canine spesso non raccolte.

Sui temi urbanistici (in diversi hanno sollevato la questione delle vecchie pensioni in stato di abbandono) e ambientali ha dato risposte l’assessore Christian Andruccioli: “C’è il grande bisogno di rigenerare il nostro patrimonio turistico ma dobbiamo trovare usi alternativi per le strutture fuori mercato, evitando la trasformazione in residenziale perché vogliamo preservare il tessuto turistico”. L’assessore ha annunciato che si sta già lavorando per dare risposta alla necessità di foresterie, alloggi per i lavoratori. “Cerchiamo di partire subito, magari in via sperimentale”. Quanto alla raccolta dei rifiuti, piuttosto criticata da operatori e residenti, Andruccioli ha affermato che “abbiamo ereditato il regolamento dalla precedente amministrazione, regolamento che, volendo, si può rivedere. Nel frattempo dialoghiamo con Hera che ci ha già garantito la disponibilità anche a incontrare chi abita o ha un’attività in zona per mitigare le criticità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sindaca Angelini lancia il restyling dei viali d'Annunzio e Tasso. "Nessuna tolleranza per i locali rumorosi"

RiminiToday è in caricamento