Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

La sniffata di "ero" gli costa la vita, si indaga sulla morte di un operaio

Il pubblico ministero ha aperto un fascicolo d'inchiesta e disposto l'autopsia sul cadavere della vittima

L'ipotesi di reato è morte come conseguenza di altro reato e, su questa base, la Procura ha aperto un fascicolo per indagare sul decesso di un 46enne. L'uomo, un operaio bellariese, è deceduto nella serata di mercoledì in via Euterpe dove, insieme a un amico, si era appartato per consumare della droga, in particolare eroina. La vittima, secondo quanto emerso, dopo una prima sniffata avrebbe iniziato a sentirsi male e chi si trovava con lui, spaventato, ha chiamato il 118 facendo accorrere ambulanza e auto medicalizzata. Nonostante i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari, alla fine il medico non ha potuto far altro che constatarne il decesso e avvertire la polizia di Stato. Informato il pubblico ministero di turno, questi ha disposto l'autopsia sul corpo della vittima che, secondo i primi accertamenti, avrebbe acquistato lo stupefacente insieme all'amico da uno straniero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sniffata di "ero" gli costa la vita, si indaga sulla morte di un operaio

RiminiToday è in caricamento