rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Cattolica

La storia d'amore diventa un incubo: prima drogata, poi stuprata e picchiata dal compagno

La vittima, all'inizio di marzo, si era presentata alla caserma dei carabinieri della Regina col volto tumefatto iniziando a raccontare i soprusi a cui era stata costretta dall'uomo con il quale aveva intrecciato una relazione

Quella che pensava essere una storia d'amore si è rivelata un incubo per una donna di Cattolica che, al culmine di una serie di violenze, ha trovato il coraggio per denunciare il compagno che l'aveva picchiata e violentata. La vittima, all'inizio di marzo, si era presentata alla caserma dei carabinieri della Regina col volto tumefatto iniziando a raccontare i soprusi a cui era stata costretta dall'uomo con il quale aveva intrecciato una relazione. Oltre alle percosse, la 42enne aveva denunciato anche una violenza sessuale. Gli inquirenti dell'Arma hanno così avviato un'indagine, coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani, che ha contestato all'uomo di aver abusato della donna.

Violenza sulla compagna: l'intervento di Morrone e Raffaelli

In particolare, secondo le accuse, lo scorso 10 marzo, la coppia aveva trascorso la notte in un albergo e in quella occasione l'uomo, un 52enne di origini siciliane, aveva costretto la 42enne ad assumere cocaina per poi imporle un rapporto sessuale condito da schiaffi e pugni che avevano procurato alla vittima la frattura del seno mascellare. Secondo quanto emerso, quello sarebbe stato il culmine delle vessazioni che il compagno avrebbe imposto alla compagna da quando si erano conosciuti nel settembre del 2020. Un rapporto malato da parte del 52enne che, fin da subito, aveva iniziato a tenere la donna sotto al suo giogo imponendole un rapporto puntandole un coltello alla gola. I risultati dell'inchiesta hanno portato il pubblico ministero a chiedere e ottenere dal Gip un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell'uomo eseguita, nel pomeriggio di martedì. dai carabinieri di Cattolica. Il compagno, rintracciato dai militari dell'Arma, è stato portato in caserma e al termine degli accertamenti di rito trasferito nel carcere dei "Casetti" in attesa dell'interrogatorio di garanzia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La storia d'amore diventa un incubo: prima drogata, poi stuprata e picchiata dal compagno

RiminiToday è in caricamento