La Tosi tiene il punto sulla movida: "Materia da ordine pubblico, regole certe e uguali per tutti"

Il sindaco di Riccione interviene al comitato per l'ordine e la sicurezza sul tema degli assembramenti: "Non possiamo farne un botta e risposta, con toni anche eccessivamente caustici tra Comuni"

Il sindaco di Riccione, Renata Tosi, il vice sindaco Laura Galli e il comandante della polizia locale, Achille Zechini hanno partecipato questa mattina alla riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica in video conferenza con la Prefettura di Rimini. All'ordine del giorno della riunione con i rappresentanti di Forze dell'Ordine e Comuni, il punto sulla situazione dei controlli messi in atto per assicurare l'attuazione delle misure di contenimento e contrasto dell'emergenza Covid-19 e la pianificazione dell'attività futura; oltre all'esame di eventuali criticità sotto il profilo dell'ordine e sicurezza pubblica. Il sindaco di Riccione Renata Tosi ha ribadito la necessità di arrivare ad una omogeneizzazione delle regole per l'intrattenimento serale tra i vari Comuni della costa. "Resto convinta - ha detto il sindaco Tosi - che non si può risolvere una problematica come quella degli assembramenti senza unire le forze. A questo punto ci rimettiamo al ruolo del Questore come autorità di pubblica sicurezza per un'unica ordinanza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non possiamo farne un botta e risposta, con toni anche eccessivamente caustici tra Comuni. Si tratta di una questione essenziale per la nostra economia turistica, perché le conseguenze di eventuali irregolarità sarebbero disastrose e finirebbero sempre e comunque sulle spalle dei pubblici esercizi e degli operatori tutti. Un'ora prima o due ore dopo, per la vendita di alcolici da asporto, si è visto, non risolve il distanziamento sociale. A Riccione non ci sono stati problemi, abbiamo vigilato e si sono creati i presupposti logistici con ampliamento degli spazi aperti per stare seduti e vivere un intrattenimento in sicurezza. Siamo però solo all'inizio di giugno, luglio e agosto come lavoreremo e come lavoreranno le forze dell'ordine? Dobbiamo pensare in prospettiva, perché sia chiaro, come da circolare del capo della polizia, Franco Gabrielli, sono i questori che devono assicurare “il rispetto del divieto di assembramenti e di aggregazioni di persone e l’osservanza delle misure del distanziamento sociale”. Gli assembramenti anche se legati alla tutela della salute pubblica, sono oggi e lo saranno ancora di più tra qualche tempo, una problematica di ordine pubblico. Intanto domani l'amministrazione del Comune di Riccione avrà un incontro con tutte le categorie economiche e si valuteranno le condizioni attuali e le prospettive future per Riccione. Ritengo infine che i miei operatori non debbano subire la concorrenza di altre località e quindi regole certe e sicurezza per tutti".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento