Cronaca

La vita ai tempi del Coronavirus - "Nel giorno del mio compleanno dietro un bancone, il mio fronte"

"Sono il farmacista responsabile di un esercizio farmaceutico in centro a Rimini ed oggi è il mio trentacinquesimo compleanno. Sono qui, solo, nel giorno del mio compleanno, in mezzo ad una città deserta"

Per inviare un testo (meglio se con foto): redazione@romagnaoggi.it - indicare la città

"Non ho nulla da offrire se non sangue, fatica, lacrime e sudore. " (Winston Churchill)

Sono il farmacista responsabile di un esercizio farmaceutico in centro a Rimini ed oggi è il mio trentacinquesimo compleanno. Sono qui, solo, nel giorno del mio compleanno, in mezzo ad una città deserta che sta combattendo la sua battaglia più grande. Il compleanno di solito è una scusa per festeggiare insieme ad amici e parenti ma quest'anno non posso non passarlo dietro al banco, dietro al mio fronte in questa difficilissima battaglia.

Nel mio piccolo sono un punto di riferimento per la mia Comunità che viene qui o, in questo periodo difficile, mi chiama al telefono per sfogarsi o chiedermi un consiglio.  Posso solo far questo per rendermi utile, dare il massimo per tutti quelli che quotidianamente mi danno fiducia affidandomi la loro salute. Sono loro che, nonostante le difficoltà del periodo, mi danno forza per andare avanti. Il Coronavirus passerà, io resterò sempre a disposizione.  

Forza Rimini! Teniamo duro! 


Federico Mulazzani

La vita ai tempi del Coronavirus - Il diario dei nostri lettori

Vuoi raccontarci la tua storia? Mail a redazione@romagnaoggi.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La vita ai tempi del Coronavirus - "Nel giorno del mio compleanno dietro un bancone, il mio fronte"

RiminiToday è in caricamento