Ladri amanti delle slot machine, scassinate le macchinette del bar

I malviventi sono entrati in azione nella notte tra lunedì e martedì dopo aver tagliato la serranda del bar

Foto archivio

Banda di ladri in azione, nella notte tra lunedì e martedì, al bar Angelo di via Popilia a Viserba. I malviventi, dopo essere riusciti a tagliare una serranda sul retro del locale, sono entrati all'interno puntando direttamente alle tre slot machine presenti. Scassinate le gettonieri, che però erano già state svuotate dai titolari, hanno arraffato i pochi spiccioli presenti e sono scappati facendo perdere le loro tracce. Il furto è stato scoperto solo nella mattinata di martedì e, sul posto, sono intervenuti i carabinieri per i rilievi di rito.

DALLA ROMAGNA, LE NOTIZIE PRINCIPALI DI OGGI

METEO - Come sarà il ponte dell'Immacolata? Le previsioni
METEO - Le previsioni per l'inverno in arrivo: sarà freddo e nevoso?
FURTI - Torna a casa e la ritrova a soqquadro
FURTI - Mentre lei si riposa i ladri agiscono e le razziano l'abitazione
GELOSIA - Botte, minacce e ritorsioni tra il vecchio e il nuovo fidanzato
MERCATINI DI NATALE - Polemica dei commercianti: "Un pessimo doppione"
RISTORANTI - Eletto il ristorante dell'anno: è a Bagno di Romagna
NATALE IN CENTRO - Il Comune 'regala' la sosta
INCIDENTI STRADALI - Traffico in tilt sull'Adriatica: guarda le foto
CANNABIS - A Rimini apre il primo store legale: "Ma qui niente sballo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento