Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro / Via Dante Alighieri

Ladri d'appartamento colti sul fatto: sospettati di aver rubato in tutta Rimini

Nella notte tra lunedì e martedì si è conclusa con successo un’articolata attività d’indagine condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile, dei Carabinieri di Riccione, che ha consentito di arrestare in flagranza di reato due romagnoli

Nella notte tra lunedì e martedì si è conclusa con successo un’articolata attività d’indagine condotta dal Nucleo Operativo e Radiomobile, dei Carabinieri di Riccione, che ha consentito di arrestare in flagranza di reato due cittadini italiani, ritenuti responsabili di svariati furti avvenuti nelle ultime settimane nella zona sud di Rimini. L'attività è iniziata nel mese di ottobre quando, i Carabinieri di Riccione, constatato un aumento dei furti ed avendo avuto numerose e preziose segnalazioni di cittadini circa auto sospette e continui raid notturni di ladri,  hanno iniziato ad intensificare i servizi di controllo del territorio con filtraggio del traffico in entrata ed uscita nella giurisdizione di competenza e con lo sviluppo di una capillare attività informativa tra i residenti.

Ciò ha consentito di raccogliere numerosi indizi a carico dei due soggetti, poi  arrestati, tali da far ritenere agli operanti che questi fossero gli autori di numerosi furti in appartamento. I militari hanno studiato quindi gli elementi in loro possesso integrando quanto già acquisito con pedinamenti e servizi di osservazione. Fondamentali per il buon andamento dell’indagine è stata ancora una volta la segnalazione di un cittadino che, la scorsa notte,  ha permesso di sorprendere i malviventi proprio mentre si accingevano a perpetrare un furto in un appartamento nella zona di Viale Dante.

I due, entrambi pregiudicati, hanno perso ogni speranza quando si sono visti accerchiati da ben due pattuglie di Carabinieri che hanno chiuso ogni possibile via di fuga. L’immediata perquisizione della loro Fiat Punto ha permesso di rinvenire e sequestrare degli assegni rubati, tre navigatori satellitari e vari arnesi atti allo scasso.  L’operazione ha consentito inoltre di trovare altra refurtiva occultata in un nascondiglio poco lontano dai luoghi dei furti. In particolare numerosi  caschi,  una motocicletta con due tute intere, due biciclette e altro materiale di bigiotteria dal valore complessivo di circa 15mila euro.

I due, L.S., 35enne Riccionese e F.M., 33enne riminese, pregiudicati, sono stati quindi tradotti presso i locali della caserma e dichiarati in stato di  arresto per il reato di furto e  ricettazione. La refurtiva, invece, veniva debitamente sequestrata e, subito riconsegnata agli aventi diritto a seguito di riconoscimento, infatti venivano immediatamente scoperti 6 furti avvenuti tra Riccione e Cattolica  nelle ultime 3 settimane.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri d'appartamento colti sul fatto: sospettati di aver rubato in tutta Rimini

RiminiToday è in caricamento