Ladri negli uffici comunali, nessun segno di effrazione per entrare

Al vaglio dei carabinieri le modalità utilizzate dai malviventi per penetrare nelle stanze di via Rosaspina

Sono al lavoro dalla mattinata di venerdì gli inquirenti dei carabinieri per venire a capo di quanto accaduto, nella notte tra giovedì e evenerdì, negli uffici del Comune di Rimini di via Rosaspina le cui stanze ospitano il settore dell'Ufficio Tecnico. A dare l'allarme, quando hanno preso servizio, sono stati gli stessi dipendenti che si sono accorti che qualcuno era entrato nelle loro stanze mettendo tutto a soqquadro. Sul posto è intervenuta una pattuglia dell'Arma ma, i carabinieri, non avrebbero trovato tracce di effrazione e, lo stesso sistema d'allarme, non sarebbe entrato in azione. Ad essere state prese di mira gli uffici del primo e quarto piano dove, questa mattina, gli impiegati stanno facendo un inventario per capire se qualcosa è stato sottratto ma, secondo le prime indiscrezioni, all'appello non mancerebbe nulla di valore. Discorso diverso, invece, per quanto riguarda le pratiche custodite negli armadi che dovranno essere verificate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento