menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sembra amore, ma sono ladri: attenzione in spiaggia e alle trans ammiccanti

Odiosi ladruncoli ai danni delle coppiette appartate di notte in spiaggia. Ancora arresti da parte dei Carabinieri di Riccione. Due sono i fermati nella nottata tra sabato e domenica durante un servizio a largo raggio con personale in borghese

Odiosi ladruncoli ai danni delle coppiette appartate di notte in spiaggia.  Ancora arresti da parte dei Carabinieri di Riccione. Due sono i fermati nella nottata tra sabato e domenica durante  un servizio a largo raggio con personale in borghese al fine di prevenire e reprimere il fenomeno dei reati predatori in spiaggia. La tecnica utilizzata è sempre la medesima: gruppi di 2 o più malviventi si portano in spiaggia per poi iniziare a camminare lungo la riva in cerca di un obiettivo da colpire.

Nel caso specifico, venivano arrestati per furto aggravato, lungo l’arenile, a scapito delle coppiette appartate due  stranieri: un 40enne tunisino, e un minorenne palestinese. In particolare i due, in momenti temporali distinti, venivano sorpresi mentre, strisciando nella sabbia, si avvicinavano a due coppiette per poi afferrare la borsetta e scappare. Addirittura il secondo, vistosi scoperto, tentava la fuga gettandosi in mare ma veniva repentinamente raggiunto dai Carabinieri ed arrestato. La refurtiva veniva recuperata e restituita alle parti offese.

Altro affannoso problema che si verifica da circa due anni sempre nella stessa località Marano di Riccione sono i furti e rapine commessi da transessuali del sud America a scapito di giovani turisti. Anche in questo, la tecnica utilizzata è sempre la medesima: gruppi di 2 o più trans si avvicinano ai giovani  con atteggiamento ammiccante per poi strappagli collanine o rubargli portafogli.

Nel caso specifico si tratta di due trans sudamericani, 30enni, pregiudicati che, avvicinatisi ad ignari ragazzi, mentre uno distraeva gli amici, l’altro abbracciando e tentando di baciare la vittima, gli strappava la collanina e gli tentava di rubare il portafoglio. Notati durante l’azione delittuosa, venivano bloccati dai Carabinieri che, accompagnatili in caserma, li traevano in arrestavano per furto aggravato in concorso. Anche in questo caso la refurtiva veniva recuperata e restituita agli aventi diritto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento