Scoperta di fronte a una piazza gremita la lapide dedicata a Santo Amato

Dopo l’arrivo dei pellegrini partiti a piedi da Rimini e Loreto, e della processione da Tavullia, è stata officiata la messa dal vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi

Campeggia solenne sulla piazza la stele dedicata a Santo Amato Ronconi “pellegrino di Dio" inaugurata domenica scorsa nel giorno della tradizionale festa in suo onore. Dopo l’arrivo dei pellegrini partiti a piedi da Rimini e Loreto, e della processione da Tavullia, è stata officiata la messa dal vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi.

A seguire alla presenza dei sindaci di Saludecio, Dilvo Polidori, di Mondaino, Matteo Gnaccolini, di Montegridolfo, Lorenzo Grilli e di Tavullia, Francesca Paolucci, si è svolta la cerimonia di scoprimento e la benedizione della lapide, disegnata da Carlo Cervellieri, realizzata dallo scultore Pavliskyy Lyumobyr del laboratorio Gs marmi di Morciano e sponsorizzata dal saludecese Alfredo Baldolini. In pietra arenaria, la lapide è grande 1 metro per 1,20 e spessa 10 cm. Il testo è racchiuso in una cornice impreziosita ai quattro angoli dalle conchiglie che rappresentano, come da tradizione, il viaggio di Santo Amato da Saludecio a Santiago De Compostela nel 13° secolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il testo della lapide: "Le genti di Saludecio, commosse e a Dio riconoscenti, ricordano il giorno di grazia 23 novembre 2014 in cui Papa Francesco innalzò agli onori degli altari il concittadino e patrono Amato Ronconi 1226-1292, agricoltore, pellegrino, uomo di carità, di fede, di penitenza, mistico e taumaturgo. Tali parole, scolpite nella pietra, consegnano alle future generazioni la perenne memoria". Al Teatro Verdi si sono susseguiti gli incontri con gli studiosi con Auro Panzetta su l’iconografia di Santo Amato, motivi simbolici e devozionali; Oreste Delucca sull’economia saludecese ai tempi di Amato; Silvia Bernardi su “800 anni di miracoli del Santo”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Studentessa si accascia sull'autobus, ricoverata in condizioni critiche

  • Bimbo muore a nove anni, il sindaco: "Abbiamo perso tutti un pezzo di cuore, ci sarà il lutto cittadino"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento