Le analisi confermano: la 39enne incinta ha contratto la malaria. Nessun danno per il feto

Fortunatamente le sue condizioni di salute sono in miglioramento e nei prossimi giorni sarà dimessa

Arriva la conferma delle analisi: la 39enne di origini africane, residente nel Forlivese, ricoverata nel reparto Infettivi dell'Infermi di Rimini, ha contratto la malaria. Fortunatamente le sue condizioni di salute sono in miglioramento e nei prossimi giorni sarà dimessa. La donna appena rientrata da un viaggio nel suo Paese di origine e, una volta arrivata in Italia, ha presentato i primi sintomi della malattia. Quindi si è recata al pronto soccorso del "Morgagni-Pierantoni" e, dopo una prima visita, trasferita nel nosocomio riminese anche a causa del suo stato di gravidanza. Fortunatamente il feto che porta in grembo non ha subìto danni. Dall'Ausl precisano che la trasmissione della malaria non avviene attraverso contatti da persona a persona, ma solo tramite puntura di zanzara del genere anophele, non presente in Italia.

Le reazioni politiche

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento