Le forze dell'ordine presidiano Santarcangelo, 15 le sanzioni ai passeggiatori

Prorogati i blocchi stradali fino al 3 di maggio per evitare che i furbetti possano aggirare i controlli anticontagio

Anche nel fine settimana di Pasqua non si sono fermati i controlli della Polizia locale di vallata sul rispetto delle misure per contenere la diffusione del Coronavirus, che anzi sono stati intensificati. Lo testimoniano i dati relativi agli ultimi dieci giorni: dal 4 al 13 aprile, infatti, sul territorio dei dieci Comuni dell’Unione Valmarecchia, la Polizia locale ha controllato 503 persone e 28 esercizi pubblici, per un totale di 437 autocertificazioni acquisite e 15 sanzioni comminate.

Tra queste, 7 contravvenzioni sono state elevate a Santarcangelo proprio questo fine settimana, comprese 4 sanzioni comminate nella giornata di venerdì 10 aprile per mancato rispetto del divieto di accesso ai parchi: si tratta, nello specifico, di multe da 280 euro se pagate entro 30 giorni, che salgono a 400 euro se non pagate entro un mese.

Anche i Carabinieri del Comando Stazione di Santarcangelo confermano di aver intensificato i controlli e comminato diverse sanzioni nel fine settimana appena trascorso. Forze dell’ordine e Polizia locale di vallata, dunque, proseguono nella loro opera di presidio delle strade e dei luoghi di aggregazione abituale per verificare che siano rispettate le disposizioni per il contenimento del contagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, sono stati prorogati fino a domenica 3 maggio i blocchi stradali previsti nel Comune di Santarcangelo in seguito al riassetto della viabilità provinciale quale misura di contenimento per l’emergenza da Coronavirus. I transennamenti – individuati dall'Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile lungo i confini del territorio provinciale – non hanno l’obiettivo di bloccare il traffico, ma di convogliarlo sulle strade principali dove sono presenti i varchi per i controlli delle forze dell’ordine relativi al rispetto delle disposizioni, che consentono di spostarsi esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, di salute o assoluta urgenza.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento