Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Le ripercussioni del Covid su lavoro e famiglia: tante le dimissioni di neo mamme e neo papà

La relazione del consigliere di Pari opportunità della provincia di Rimini, Adriana Ventura, che ha analizzato l’impatto del del Coronavirus sull’occupazione

"Le categorie piu? colpite dall’ emergenza sono state quelle che nel mondo del lavoro lo erano gia?: le donne, stranieri e giovani; nel 2020 le donne che hanno perso il lavoro sono quasi il doppio de colleghi uomini". Inizia così la relazione del consigliere di Pari opportunità della provincia di Rimini, Adriana Ventura, che ha analizzato l’impatto del Covid sull’occupazione femminile in Italia e le dimissioni dal lavoro entro il terzo anno di vita del figlio convalidate nell’anno 2020 dall’Ispettorato territoriale del lavoro di Rimini. "Le motivazioni sono da ricercare nel fatto  - spiega il consigliere - che spesso le donne sono occupate in posizioni meno tutelate e nei settori piu? colpiti dalla crisi pandemica, il cui impatto ha creato nuove disuguaglianze. E’ stato da poco pubblicato il rapporto Istat “Il mercato del lavoro 2020 “realizzato in collaborazione con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Inps, Inail e Anpal dal quale emergono 5 punti che evidenziano i danni che hanno colpito il genere femminile: primo fra tutti la caduta del tasso di occupazione femminile che e? stata dell’1,3% contro lo 0,7% negativo fra gli uomini; il divario occupazionale creatosi durante il lockdown non si e? ancora colmato. Le donne ancora oggi risultano le piu? penalizzate nelle assunzioni (nel secondo semestre 2020 la riduzione delle attivazioni di rapporti di lavoro delle donne supera di 6,2 punti percentuali il calo osservato per la componente maschile). Dal 4 maggio 2020 al 30 settembre 2020 sono rientrati nel mercato del lavoro 67mila persone che avevano perso l’occupazione durante il lockdown (1° febbraio 2020/3 maggio 2020), ma di queste solo il 42,2% ha riguardato personale femminile. Il personale femminile ha dovuto attendere il maggior numero di tempo per trovare nuova occupazione, in media circa 3 mesi in piu? rispetto al precedente anno 2019".

"Un altro fenomeno che sembra senza fine - conclude la Ventura - sono le dimissioni delle neomamme e neopapa? che lasciano il lavoro nei primi anni di vita dei figli neonati, nel 2019 erano stati a livello nazionale 37,611 le neomamme dimessesi, i papa? erano stati 13,947; si tratta di dimissioni volontarie ma alla cui base c’e? sempre un problema, il solito che si riferisce alla difficolta? di conciliazione del lavoro di cura e attivita? lavorativa. Analizzando i dati delle dimissioni presentate in periodo protetto, si osserva che la provincia di Rimini non si discosta, anzi riflette le stesse difficolta?; infatti, dalla relazione annuale che proprio nei giorni scorsi la presentato l’Ispettorato nazionale del Lavoro emerge che nella nostra provincia si sono dimessi n.291 genitori".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ripercussioni del Covid su lavoro e famiglia: tante le dimissioni di neo mamme e neo papà

RiminiToday è in caricamento