Le vittime reagiscono alle rapine e aiutano la polizia a catturare i malviventi

Gli agenti, in due distinte occasioni, hanno arrestato un ucraino e denunciato a piede libero un marocchino

In entrambe le occasioni, nella notte tra mercoledì e giovedì, le vittime di una rapina hanno reagito nei confronti dei malviventi e, in tutti e due i casi, hanno permesso agli agenti della polizia di Stato di fermare gli autori dei colpi. il primo si è verificato in viale regina Elena dove, due giovani, sono stati sorpresi dai proprietari mentre cercavano di scassinare i lucchetti delle loro bici. Ne è nata una collutazione ed è stato necessario l'arrivo di una Volante per riportare alla calma i contendenti. Mentre uno dei malviventi è riuscito a scappare, il secondo è stato ammanettato. Ad essere portato in Questura è stato un 32enne ucraino con l'accusa di tentata rapina.

Sempre nella notte, questa volta in spiaggia, una pattuglia della polizia di Stato è intervenuta sulla battigia del Bagno 106 dove, una coppietta, era stata rapinata da due malviventi che si erano impossessati del portafoglio. Il ragazzo, senza darsi per vinto, ha rincorso gli autori del colpo riuscendone a bloccare uno mentre arrivavano gli agenti. Ad essere postato in Questura è stato un 34enne marocchino poi denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento