Cronaca

Legalità, al via un ciclo di incontri rivolti a educatori e ragazzi

L'incontro si inserisce nel progetto di “educazione alla legalità” portato avanti dai Carabinieri d’intesa con le Istituzioni del territorio, finalizzato a stimolare la coscienza dei più giovani portandoli a riflettere su argomenti delicati e di estrema attualità

L’equipe di Pastorale Giovanile della Parrocchia del Crocifisso di Rimini ha organizzato un ciclo di incontri rivolti a educatori e ragazzi dai 18 anni in su. L’iniziativa si inserisce dentro il cammino verso il Sinodo dei Giovani che Papa Francesco ha chiesto a tutta la Chiesa e che in quest’anno prevede una riflessione sul tema dell’ascolto e del discernimento spirituale finalizzato alle scelte che ciascuno è chiamato a compiere.  Gli incontri si terranno di sabato mattina (dalle 9:30 alle 12 circa) presso la Parrocchia del Crocifisso (Via del Crocifisso, 17 – Rimini) e saranno strutturati nel seguente modo: un momento iniziale di saluti; una breve catechesi sulle regole del discernimento  testimonianza di un ospite; e laboratori di ascolto/confronto per potersi confrontare su come ciascuno di noi effettua le proprie scelte. 

I laboratori saranno introdotti da alcuni ospiti che condivideranno con i ragazzi alcuni passaggi della loro vita e di come le loro scelte impattano su lavoro, famiglia. amicizia, ovvero sulla vita quotidiana. Il primo incontro si è svolto sabato, con la partecipazione del capitano Sabato Landi, comandante della Compagnia Carabinieri di Rimini, che ha intrattenuto scout, educatori scout e membri di azione cattolica giovani su vari temi inerenti la legalità soffermandosi, in linea con il tema della giornata, sulla scelta dell’essere Carabiniere.

Perché il carabiniere, secondo le parole dell’Ufficiale, "è di per se una scelta di vita in quanto chi indossa l’uniforme non svolge un lavoro ma rende un servizio. Una differenza che basata sugli ideali che animano il militare dell’Arma che, all’atto dell’arruolamento, giura di mettere la propria vita al servizio dei cittadini. Un giuramento che si ripercuote nelle scelte di tutti i giorni e che orienta in ogni istante l’agire del carabiniere". Il capitano, nell’illustrare la struttura dell’Arma e le varie tipologie di concorsi che consentono ai giovani di entrarvi a far parte, ha portato la propria esperienza di vita, rendendosi disponibile a rispondere alle numerose domande e curiosità sollevate dall’uditorio. Sono stati poi trattati argomenti di interesse e sempre di estrema attualità quali la normativa in materia di stupefacenti e di stalking, accennando ai recenti fatti di cronaca nera che hanno visto vittime due giovanissime.

L'incontro si inserisce nel progetto di “educazione alla legalità” portato avanti dai Carabinieri d’intesa con le Istituzioni del territorio, finalizzato a stimolare la coscienza dei più giovani portandoli a riflettere su argomenti delicati e di estrema attualità. L’Arma dei Carabinieri darà seguito a tali iniziative in tema di cultura della legalità, organizzando incontri presso le scuole di ogni ordine e grado nonché visite ai reparti dell’Arma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legalità, al via un ciclo di incontri rivolti a educatori e ragazzi

RiminiToday è in caricamento