Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Cattolica

Liberato dagli arresti domiciliari si presenta subito sotto casa della ex che ricattava

L'uomo, già arrestato lo scorso marzo per violenza sessuale e atti persecutori, è finito nuovamente in manette dopo aver violato il divieto di avvicinamento alla donna

I carabinieri della Tenenza di Cattolica, nella giornata di giovedì, hanno nuovamente arrestato un 48enne riminese già finito in manette lo scorso 28 marzo per violenza sessuale e atti persecutori. L'uomo era stato appena liberato dagli arresti domiciliari ed era stato sottoposto alla misura cautelare dopo la denuncia della sua ex che, al termine di un difficile percorso, lo aveva denunciato per una lunga serie di angherie. Il 48enne, una volta libero, era tornato ad appostarsi davanti a casa della donna nonostante il divieto di avvicinamento ed è stato sorpreso in flagranza dai militari dell'Arma che lo hanno ammanettato e portato in caserma. Il primo arresto era arrivato in seguito all'indagine dei carabinieri sulla denuncia sporta dall'ex fidanzata che aveva raccontato agli inquirenti dei soprusi a cui era stata costretta e, oltre alle violenze psicologiche, c'erano state anche quelle fisiche col 48enne che la obbligava a sottostare alle sue voglie sotto la minaccia che, in caso di un rifiuto, avrebbe inviato ad altre persone l’audio di un loro incontro clandestino, avvenuto in una struttura ricettiva misanese e registrato a insaputa di lei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liberato dagli arresti domiciliari si presenta subito sotto casa della ex che ricattava
RiminiToday è in caricamento